Blog aziendale e siti di e-commerce, matrimonio vincente.

ATTENZIONE: questo articolo è stato scritto oltre un anno fa, ed i contenuti potrebbero non essere più validi o compatibili. Sei pregato di tenerne conto, e se hai informazioni in merito di segnalarmele, grazie.

Buoni motivi per avere un blog aziendale

Pausa estiva, per i più significa affari e produttività a rilento.
Ecco il momento giusto per  mettere un po’ d’ordine tra idee e progetti, specie quelli riguardanti il web.

La rete può essere un ottimo veicolo per i tuoi affari, può essere un canale di promozione e di vendita alternativo molto efficace, se non la stai sfruttando a modino, o non la stai sfruttando proprio, sicuramente ti stai privando di valide opportunità.

Se il tuo sito aziendale non produce contatti interessanti, o se il tuo e-commerce non vende come vorresti, probabilmente lo stai utilizzando male. Stai comunicando male.

Magari il tuo sito o il tuo e-commerce li hai appena sistemati, ma questo non è bastato a cambiare le cose.

Forse allora è il caso di iniziare dal tuo blog, e cominciamo subito con il chiarire che il blog non è il posto dove scrivere (solo) le novità aziendali, e soprattutto non è la rassegna dei tuoi comunicati stampa.

Se poi la parola “blog” ti fa sorridere, e ti fa venire in mente ragazzine o nerd brufolosi alle prese con abiti e oggetti tecnologici alla moda, rimuovi quest’immagine dalla testa.

Soprattutto sappi che alcune di queste “ragazzine”, grazie al loro blog, ora sono professioniste affermate e guadagnano un sacco di soldi, magari più di te.

Il blog è strategico per la comunicazione aziendale.

Non voglio ripetermi in cose già scritte, e non solo da me. Cerca bene in rete, troverai fior di professionisti del marketing e della SEO, ben più titolati del sottoscritto, che ti elencheranno tutti i benefici che un blog aziendale, se ben utilizzato e strutturato, può portare alla tua attività.

Te ne cito uno solo in particolare, per agevolarti, il buon Riccardo Scandellari e i suoi articoli dedicati ai blog aziendali.

Un blog aziendale, inoltre, può essere la base ed il target di un’efficace azione comunicativa sui social network.

Per riassumere i benefici di un blog aziendale:

  1. Personal Brand, reputazione aziendale e professionale.
  2. SEO, maggiore visibilità per la tua azienda.
  3. SEO, visibilità mirata per prodotti e servizi.
  4. Coinvolgimento e dialogo con i clienti.
  5. Maggior autorevolezza nel proprio settore.
  6. Comunicazione meno formale, più diretta.
  7. Maggior libertà di espressione.

E sicuramente mi sto scordando qualcosa.

Il blog aziendale esprime personalità e carattere del sito e dell’azienda.

Se pensi che il tuo sito rispecchi l’immagine della tua azienda, il più delle volte è un’illusione.

Tutto chiacchiere e distintivo, belle fotografie e qualche slogan che vorrebbero in qualche modo rappresentare idealmente la tua attività e la tua professionalità, ma il più delle volte sono immagini stereotipate, uguali a tante altre che puoi trovare in rete.

Il blog aziendale, invece, per funzionare deve avere un approccio più personale e diretto, coinvolgente. Ma non permette nessun bluff.

Un approccio che finirà per plasmare la reale personalità e l’immagine dell’azienda in rete, il suo carattere.

Più quest’immagine sarà sincera e rispondente alla realtà, più il sito e l’azienda ne guadagneranno in credibilità e rispetto.

E-commerce e blog aziendali.

Blog e siti aziendali se ne parla più o meno ovunque, diverso invece per gli e-commerce.

I vantaggi che un blog aziendale può portare alle vendite di un sito di commercio elettronico sono tanti, ed alle volte possono fare la differenza.

A questo punto non parliamo più solo di visibilità e reputazione del brand o dell’azienda, ma di visibilità e reputazione dei singoli prodotti. E non sottovalutare il coinvolgimento dei clienti.

Così su due piedi, mi vengono in mente almeno una decina di modi su come utilizzare il blog aziendale a tutto vantaggio dei prodotti del tuo store, per incrementare le vendite, indipendentemente che siano servizi professionali, o articoli di minuteria metallica.

E le controindicazioni di un blog aziendale?

La vera controindicazione è iniziare qualcosa e non portarla a termine. Non c’è immagine peggiore di un blog trascurato o lasciato a morire, una sensazione negativa che si ripercuote inevitabilmente sull’immagine aziendale. Mancanza di professionalità, poca credibilità e autorevolezza,

Un blog aziendale va alimentato con costanza e regolarità, e sicuramente è un impegno, per quanto leggero.

Bisogna far sì che diventi parte degli impegni di comunicazione di un’azienda.

La spontaneità aiuta ed è apprezzata, e per molti la comunicazione è innata, ma c’è pure il rischio di non riuscire a trasmettere il messaggio in modo corretto.

L’improvvisazione è una scommessa: alle volte conviene, almeno per iniziare con il piede giusto, farsi aiutare da un professionista.

Riassumendo…

Non c’è alcun dubbio, un blog aziendale porta molti più vantaggi che altro:

  1. Maggior reputazione e autorevolezza aziendale.
  2. Più contatti dal sito.
  3. Maggiori vendite.

Serve giusto un po’ di impegno e, soprattutto, di considerarlo come parte integrante della propria attività.

E tu, sei soddisfatto dell’immagine e dei risultati della tua azienda in rete? Ti sei mai chiesto quali vantaggi potrebbe portare un blog aziendale alla attività?

Tags: , , , , ,

Nessun commento ancora.

Dubbi o suggerimenti? Lascia un commento!

I love Instagram