Archivio Tag: Blogger

Blog aziendale e siti di e-commerce, matrimonio vincente.

Buoni motivi per avere un blog aziendale

Pausa estiva, per i più significa affari e produttività a rilento.
Ecco il momento giusto per  mettere un po’ d’ordine tra idee e progetti, specie quelli riguardanti il web.

La rete può essere un ottimo veicolo per i tuoi affari, può essere un canale di promozione e di vendita alternativo molto efficace, se non la stai sfruttando a modino, o non la stai sfruttando proprio, sicuramente ti stai privando di valide opportunità.

Se il tuo sito aziendale non produce contatti interessanti, o se il tuo e-commerce non vende come vorresti, probabilmente lo stai utilizzando male. Stai comunicando male.

Magari il tuo sito o il tuo e-commerce li hai appena sistemati, ma questo non è bastato a cambiare le cose.

Forse allora è il caso di iniziare dal tuo blog, e cominciamo subito con il chiarire che il blog non è il posto dove scrivere (solo) le novità aziendali, e soprattutto non è la rassegna dei tuoi comunicati stampa.

Se poi la parola “blog” ti fa sorridere, e ti fa venire in mente ragazzine o nerd brufolosi alle prese con abiti e oggetti tecnologici alla moda, rimuovi quest’immagine dalla testa.

Soprattutto sappi che alcune di queste “ragazzine”, grazie al loro blog, ora sono professioniste affermate e guadagnano un sacco di soldi, magari più di te. Continua a Leggere →

Blog o non blog? Questo è il dilemma…

Blog aziendale utile per SEO, visibilità e reputazione

Che te ne dicano in giro, e senza nulla togliere ai social network, il blog rimane ancora uno degli strumenti migliori per visibilità e reputazione sul web, soprattutto per le aziende e le attività commerciali.

Certo non è che una mattina ti svegli e ti metti a scrivere un blog.

C’è il problema dello scrivere decentemente, che già di suo non è un problema da poco, e delle ispirazioni che vanno e vengono, tanto per cominciare. Ma soprattutto c’è il problema del tempo.

La tua attività di tempo te ne richiede già parecchio, arrivi a sera il più delle volte consumato, preso da mille pensieri, e quando lo trovi il tempo e la concentrazione per metterti a bloggare?

Anche con tutte le buone intenzioni, è veramente dura. Continua a Leggere →

WordPress e Storify, connubio felice (aggiornato)

Storify plugin WordPress

Presente Storify? Si, quella cosa con cui riesci a mettere insieme tutto il meglio (o il peggio) della rete, utilissimo strumento di supporto per chi scrive?

Presente WordPress, la più diffusa piattaforma di blogging?

Li ho fatti sposare e sto conducendo dei test che  mi stanno entusiasmando.

No, io non ho fatto nulla di particolare a dire il vero, se non imparare che i due strumenti possono lavorare insieme, con profitto.

Brings the power of Storify, the popular social media storytelling platform to your WordPress site

Il matrimonio è stato celebrato grazie al plugin ufficiale di Storify per WordPress.

Aggiornamento

Il plugin in realtà fa poche cose. Aggiunge un nuovo menu nella dashboard di WordPress, con la possibilità di creare o modificare le proprie storie su Storify direttamente dalla bacheca di WordPress. In realtà si tratta solo di una inclusione del pannello Storify originale, per questo magari conviene aprire Storify direttamente nel browser.

Storify in WordPress

Storify direttamente nella bacheca di WordPress

La vera cosa di pregio, è l’inclusione delle storie di Storify direttamente nei post, semplicemente inserendo il link della storia.

Un esempio pratico lo si può vedere nel post successivo, sulle recenti disavventure di Instagram.

La SEO può ammazzare i contenuti?

Qualità dei contenuti

Talvolta si, io credo.

È da un po’ che ci penso, ma da quando mi interesso di ottimizzazione e posizionamento sui motori di ricerca sto notando come, specie tra i blogger, vi sia una specie di gara un corso, una caccia alle keywords migliori, con tanto di rimpallo tra pagine, visibilmente cercato (ad arte, aggiungerei in molti casi).
Nel corso dei mesi questa gara, che è andata via via sempre più intensificata ed  è al contempo diventata molto più sofisticata,  in molti blog ha prodotto un effetto negativo, ovvero il risultato in termini di posizionamento prende il sopravvento sul contenuto, lo stesso per cui si vuole lavorare di ottimizzazione.

Per carità, è giusto e sacrosanto desiderare il piazzamento migliore per i propri articoli, specie se questo si traduce in maggior visibilità e possibilità di confronto o di discussione, ma il troppo storpia, e soprattutto fa perdere di vista il motivo per cui si scrive, è spiacevole vedere il progressivo decadimento produttivo di certi autori.

C’erano blogger che ho imparato ad apprezzare per la loro “penna istintiva”, per la spontaneità intellettuale che trasudava dai loro articoli, che si sono via via persi per strada quando hanno scoperto il vortice della gara al posizionamento, da quando gli strumenti, social network in testa, per molti sono diventati in un certo senso il fine, o parte del fine, e non il mezzo.

Per non fare il disfattista a tutti i costi,  ma soprattutto per amor di cronaca, devo aggiungere che taluni si sono resi conto da soli di quello che stava succedendo, ed hanno imparato per lo meno a gestire il tempo, quello da dedicare alla SEO, e quello più importante da lasciare libero alla produttività, ai contenuti, o meglio ancora alla voglia di comunicare.
Questi blogger  si sono ritirati dalla gara, e sono tornati ad essere piacevoli da leggere, e soprattutto interessanti.

Probabilmente ci hanno pure guadagnato, in termini di visitatori e commenti.

Ciao, come posso aiutarti?
Powered by