Archivio Tag: WordPress

WordPress 4.8, oltre i gadget c’è (ci dovrebbe essere) di più…

Annunciato da settimane per rieri, 8 giugno, e rilasciato con precisione svizzera, ecco WordPress 4.8, dedicato come da tradizione ad un grande del Jazz, Bill Evans.

Nuovi e migliorati widget, migliorie alla gestione dei link, e un ulteriore widget sugli eventi riguardanti WordPress in bacheca. Questo in apparenza il contenuto della nuova versione di WordPress, e stando così le cose si fatica a capire come mai le sia stato assegnato un salto di numerazione, quello che contraddistingue gli aggiornamenti più importanti.

Bisogna andare oltre le semplici apparenze per comprendere la portata di aggiornamenti come questo. Continua a Leggere →

Ripristinare la colonna “Acquistato” negli ordini di WooCommerce 3.0

Ripristinare la colonna prodotti acquistati in elenco ordini WooCommerce

Una delle novità introdotte in WooCommerce 3.0 è stata l’eliminazione, nell’elenco degli ordini, della colonna “Purchased” (Acquistato).

È stata eliminata, dicono gli sviluppatori, per migliorare le prestazioni del sistema, nello specifico della pagina elenco ordini, assieme a tante altre novità introdotte a questo scopo in WooCommerce 3.0.

Molti utilizzatori di WooCommerce però non hanno gradito questa novità.

Per molti la possibilità di visualizzare i prodotti acquistati in ogni articolo,  senza dover necessariamente aprire il singolo ordine, evidentemente era molto comoda, ed hanno cominciato a richiedere a gran voce il ripristino di questa funzionalità.

Per il momento gli sviluppatori fanno orecchio da mercante, le prestazioni sono evidentemente più importanti, e il numero di chi sente la mancanza della colonna Purchased non deve essere così elevato, anche se rumoroso, e magari c’è anche qualche altro motivo che non sappiamo.

Le soluzioni alternative comunque sono cominciate ad arrivare in rete, ecco quindi come ripristinare la colonna “Acquistato” (Purchased) nell’elenco degli ordini di WooCommerce. Continua a Leggere →

WordPress è meno sicuro?

WordPress meno sicuro e instabile?

L’ultima grande vulnerabilità di WordPress ha causato non pochi problemi, una moltitudine di siti violati con fastidiosi defacement, e più voci in rete stanno mettendo in discussione la sicurezza del ben noto CSM.

C’è chi, come Gabriele Romanato, imputa questa nuova situazione alla frequenza troppo ravvicinata tra gli aggiornamenti, che non permetterebbe di valutare con le attenzioni dovute i pericoli di sicurezza.

Detta da Gabriele, che stimo per professionalità e capacità di analisi, tendo a dargli ragione. Non credo sia l’unico motivo, ma non sono certo io la persona più titolata a parlarne.

Ammesso e non concesso (per amor di patria) che WordPress sia diventato meno sicuro, più instabile, cosa bisogna fare? Continua a Leggere →

Anche Google ti consiglia di aggiornare WordPress.

WordPress è da aggiornare

Ancora qualche dubbio, per caso, che l’aggiornamento di WordPress 4.7.2 sia molto importante per la sicurezza?

Se non hai ancora aggiornato il tuo sito, e se lo hai registrato su Google Search Console (ex Webmaster Tools), ti arriva una bella mail direttamente da Google ad avvisarti che stai usando una versione molto pericolosa di WordPress.

Utente WordPress avvisato, utente mezzo salvato, o no?

A dire il vero, le mail arrivano anche a siti già aggiornati all’ultima versione di WordPress, evidentemente dalla verifica alla notifica passa qualche giorno anche per i giganti come Google…

I siti non sicuri secondo Google, se ne parla sulla Newsletter.

Newsletter WordPress e WooCommerce

Ultimo comandamento di Goole: tutti i siti devono andare in HTTPS.

Nella newsletter di ieri abbiamo cominciato ad affrontare la questione dei siti non sicuri, quelli senza il lucchettino verde per capirci, che Google a quanto pare ha deciso di mettere alla gogna.

Se ne discute in rete, e sembra proprio che dalla versione 56 di Chrome, prevista alla fine di gennaio, i siti sprovvisti di un certificato SSL valido (ovvero i siti il cui indirizzo comincia per http e non https), si ritroveranno a fianco dell’URL una bella dicitura “NON SICURO”, bene evidenziata in rosso.

Una gogna vera e propria, per certi aspetti, considerando la diffusione di Google Chrome, e chissà se gli altri browser seguiranno l’esempio, ma a prescindere da questo mettere il proprio sito in sicurezza è comunque importante.

Il problema, ormai, è per chi il lucchettino verde non ce l’ha. Continua a Leggere →

I love Instagram