WordPress raccomanda PHP 7.3

Requisiti minimi PHP e MySQL per WordPress

Nella pagina dei requisiti minimi per WordPress, al momento è raccomandato PHP 7.3 o superiori.

Beninteso che WordPress funziona anche con versioni precedenti, la stessa pagina si cita la versione 5.6 come possibile base di partenza, ma mette giustamente in guardia sui possibili problemi di sicurezza a cui si va incontro.

C’è da dire che PHP 7.3, ormai maturo per i siti in produzione, è caldamente raccomandato anche per le maggiori prestazioni.

Non è detto però che tutti i temi ed i plugin siano compatibili con la versione PHP più recente.

Le installazioni più vecchie, con plugin o temi datati, potrebbero però avere problemi di compatibilità con un eventuale aggiornamento del PHP.

Per quanto l’operazione sia reversibile senza problemi, aggiornare la versione del PHP sui siti più datati richiede un’attenta verifica, sulle funzionalità del sito e sugli eventuali errori del sistema. Continua a Leggere →

WooCommerce Scheduled Actions e il corretto funzionamento dello store.

Azioni programmate di WooCommerce

Le Scheduled Actions (azioni programmate) di WooCommerce sono state introdotte nella versione 3.5, si trovano nell’omonimo tab della pagina Stato di WooCommerce.

Molti plugin legati allo store, WooCommerce compreso, fanno usi di azioni programmate (Hook) per la gestione in background di molte funzionalità, a partire dagli aggiornamenti di WooCommerce stesso.

Il loro utilizzo è destinato agli sviluppatori, ma dal loro stato è possibile avere importanti segnali sulla buona salute ed il corretto funzionamento di WooCommerce. Continua a Leggere →

WordPress 5.2 per Jaco Pastorius

WordPress 5.2 dedicato a Jaco Pastorius

Cosa c’entra Jaco Pastorius con WordPress?

Presto detto: ogni nuova versione (maggiore) di WordPress viene dedicata ad un grande del Jazz.

La versione 1.0 era dedicata a Miles Davis, Duke Ellington per la 2.0, Ella Fitzgerald per la 2.1 e via di seguito (qui la lista), la versione 5.2 è dedicata a Jaco Pastorius.

Jaco Pastorius viene associato al noto gruppo dei Weather Report, anche se ha fatto diverse cose di pregio con altri nomi importanti e anche da solo.

Ha avuto una vita travagliata, complicata da matrimoni falliti, alcol e droghe. È morto troppo giovane, nemmeno quarantenne, in circostanze incredibili.

È considerato uno tra i più grandi bassisti di sempre.