Miglior plugin multilingua per WordPress e WooCommerce

WordPress multilingua WPML o MultilingualPress

Ci sono siti WordPress che diventano multilingua strada facendo, partendo da un sito esistente, o che ci nascono, nuovi progetti che prevedono già l’adozione di più lingue oltre quella madre.

Qualunque sia il caso, se non si hanno le idee chiare si deve affrontare la scelta del plugin per la gestione delle lingue.

C’è il “solito” WPML, ci sono delle alternative più o gratuite, e di recente è venuto alla ribalta MultilingualPress, che sta guadagnando sempre maggiori consensi.

Scegliere il plugin multilingua per WordPress.

Ci sono diverse soluzioni disponibili: su quelle gratuite un breve cenno in quanto non le utilizzerei per un sito aziendale o un e-commerce, su quelle commerciali parliamo del “solito” WPML, ma c’è MultilingualPress che si sta guadagnando sempre più spazi.

Plugin Multilingua gratuiti per WordPress

I plugin gratuiti, per lavori così importanti, di solito non li considero. non mi danno abbastanza garanzie di supporto, e come è già successo in passato il loro sviluppo può cessare da un giorno all’altro.

Poi ci sono quelli che sono una versione più o meno limitata per invogliare ad acquistare la versione commerciale.

Come Polylang (per citarne uno tra i più noti), di cui me ne parlano bene, e magari funziona pure bene. Con la sola versione gratuita non potrei mai affrontare un’installazione per un cliente, con il dubbio di dover prima o poi accedere alla versione a pagamento.

Poi c’è la questione del supporto, sicuramente scarso o inesistente per le versioni gratuite.

Con i plugin commerciali, per lo meno, il supporto costante e professionale lo paghi, o per lo meno te lo aspetti. Con WPML su questo aspetto non mi posso lamentare, ho sempre ricevuto tutto il supporto che mi serviva.

WPML, il più noto e diffuso.

Non ci sono alternative, o lo ami o lo odi.

Nonostante sia migliorato molto negli anni, rimane un plugin complicato da gestire, non privo di problemi di varia natura, dalla stabilità alle prestazioni, per non parlare della compatibilità con temi ed altri plugin.

WPML si presenta come una suite di plugin, con un modulo espressamente dedicato a WooCommerce, ma ce ne sono anche per Contact Form 7, Gravity Forms,  Yoast SEO, Mailchimp e altri ancora.

Prima di affacciarsi a WPML, è bene verificare preventivamente la compatibilità con il tema ed i plugin utilizzati. Se si decide di utilizzarlo, bisogna prendere atto che d’ora in poi la convivenza con WPML sarà il primo pensiero, prima di installare qualsiasi elemento aggiuntivo.

Per quanto migliorate con gli ultimi aggiornamenti, le prestazioni probabilmente rimangono ancora il punto dolente di WPML.

WPML ha lavorato molto sui servizi di traduzione, ce ne sono diversi disponibili per tutte le tasche, e sulla gestione delle traduzioni, davvero efficace specie se si lavora in un team.

WPML costa 29 Dollari per il semplice blog (21 Dollari di rinnovo annuale), 79 Dollari per i siti più articolati (59 Dollari di rinnovo annuale e la possibilità di utilizzarlo per 3 domini)

MultilingualPress, l’ultimo arrivato.

La forza di questo plugin, che sta diventando sempre più popolare, sta nell’utilizzare di base una funzione nativa di WordPress, il multisite, e grazie a questa caratteristica promette di gestire più lingue senza problemi di compatibilità o cali di prestazioni.

Di contro c’è il prezzo, bisogna dirlo subito, e per chi pensa che WPML sia costoso, probabilmente MultilingualPress sarà proibitivo.

WooCommerce lo annovera nella sua directory di estensioni, consigliandolo per la realizzazione di siti e-commerce multilingua.

MultilingualPress ha delle caratteristiche molto interessanti, prima fra tutte quella di duplicare un sito esistente, con tutti i suoi contenuti, per poi andare ad occuparsi della traduzione.

Personalmente non ho mai lavorato direttamente con MultilingualPress, l’ho solo potuto osservare all’opera su installazioni su cui sono intervenuto per altri problemi, ma ci ho giocato un po’ e sono rimasto favorevolmente impressionato dalla sua interfaccia e dalle prestazioni, e mi sento di consigliare di dargli almeno un’occhiata.

Come ho scritto fin da subito, il prezzo è uno scoglio non indifferente, se paragonato a WPML, ma se si valutano attentamente le caratteristiche, ed in particolare le prestazioni, potrebbe uscirne favorito.

Nota bene: di MultilingualPress esiste anche una versione 2.x gratuita, ma è molto limitata rispetto alla versione 3 commerciale, non supporta ancora a pieno Gutenberg, PHP 7 e tante altre limitazioni, tali da non annoverarla nemmeno nella scelta dei plugin gratuiti.

MultilingualPress costa 199 Dollari/anno per 1 sito.

In conclusione, qual’è plugin multilingua scegliere per WordPress e WooCommerce?

Se parliamo di blog, possiamo considerare Polylang e altre alternative gratuite, ma se si tratta di un sito aziendale complesso, o di un e-commerce, la scelta si riduce tra WPML e MultilingualPress.

Il primo ha dalla sua il prezzo e una maggior diffusione, il secondo le prestazioni.

Per aiutarti nella decisione, ecco un paio opinioni esterne (in inglese):

Personalmente ho ancora parecchi dubbi.

Le prestazioni e le caratteristiche di MultilingualPress mi solleticano, WPML però lo conosco bene, lo uso da tanti anni e mi offre maggior sicurezza.

Probabilmente dovrei solo avere maggior confidenza con MultilingualPress, avere qualche installazione in attivo, per scogliere ogni dubbio e preferirlo a WPML (o il contrario).

Ultima cosa: se decidi di fare delle prove, per valutare le opzioni disponibili dei vari plugin, falle su un sito di test. Inutile sporcare il database del sito in produzione, o del sito in sviluppo, ed i plugin multilingua il database lo paciugano parecchio.

Dimmi che ne pensi (lascia un commento, grazie).

Tags: , , , , ,

Nessun commento ancora.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ciao, come posso aiutarti?
Powered by