Archivio Tag: WPML

Miglior plugin multilingua per WordPress e WooCommerce

WordPress multilingua WPML o MultilingualPress

Ci sono siti WordPress che diventano multilingua strada facendo, partendo da un sito esistente, o che ci nascono, nuovi progetti che prevedono già l’adozione di più lingue oltre quella madre.

Qualunque sia il caso, se non si hanno le idee chiare si deve affrontare la scelta del plugin per la gestione delle lingue.

C’è il “solito” WPML, ci sono delle alternative più o gratuite, e di recente è venuto alla ribalta MultilingualPress, che sta guadagnando sempre maggiori consensi.
Continua a Leggere →

C’è da aggiornare Yoast e WPML, tanti bug da sistemare.

Aggiornamenti Yoast e WPML di luglio 2018

In questa bollente mattinata di luglio ci sono da fare alcuni aggiornamenti importanti.

La suite WPML ha rilasciato le nuove versioni dei suoi principali plugin, e lo stesso per Yoast, che passa alla versione 7.9.

Quello che mi preme evidenziare è la lunga lista di bugfix che di tutti questi aggiornamenti, e inoltre la possibilità non troppo remota che, risolti questi problemi, se ne creino di nuovi.

Mai dare per scontato che l’aggiornamento di un plugin sia del tutto risolutivo o indolore, ed è per questo che un backup è fondamentale prima di procedere con qualsiasi aggiornamento.

Nuovo WPML 3.3, aggiornamento ricco di novità

WPML siti WordPress multilingua

Il più noto tra i plugin per la realizzazione di siti multilingua con WordPress è stato aggiornato, WPML 3.3 contiene tante migliorie, e tra tutte una novità molto importante che riguarda i siti che non hanno l’inglese come lingua principale.

Uno dei “difetti” di WPML riguardava proprio questa caratteristica. Non ne comprometteva l’utilizzo, ma i siti con lingua originale diversa da quella inglese erano penalizzati nella traduzione delle stringhe, che richiedeva qualche attenzione in più.

Con WPML 3.3 questo “difetto” è stato risolto, e non c’è problema nemmeno con i siti in cui la lingua inglese non è prevista nelle localizzazioni.

Oltre a questo, che già da solo giustifica l’aggiornamento, importanti migliorie all’interfaccia di localizzazione, ed un lungo elenco con parecchie decine di altre migliorie e bugfix sotto il cofano.

Odissea qTranslate (ovvero quanti siti multilingua stanno funzionando male in questo momento?)

Come migrare WordPress multilingua da qTranslate a WPML

C’è stato un tempo in cui, se chiedevi consigli per fare un sito WordPress multilingua, la risposta era una sola: il plugin qTranslate.
Non era l’unico plugin nel suo genere, ma era l’unico gratuito che più o meno funzionava. Soprattutto gratuito.

Ad un certo punto però l’autore, quel Qian Qin cinese di origine e tedesco d’adozione, deve aver trovato di meglio da fare.
Magari un lavoro più impegnativo e ripagante, o una gnocca stratosferica che lo ha distratto dal suo hobby di scrivere righe di codice, o altro ancora.

Sta di fatto che lo sviluppo del plugin qTranslate si è bruscamente interrotto, quando la versione di WordPress era la 3.8.1, e anche il suo blog è fermo al gennaio 2012.

È vero che qualcuno ha provato a creare delle evoluzioni alternative del plugin, partendo proprio dall’ultima versione di qTranslate disponibile, ma non mi pare che abbiano avuto particolare fortuna, tanto che la maggior parte si sono perse per strada.

Tantissimi i siti WordPress che utilizzano ancora qTranslate, e tanti quelli che manifestano problemi più o meno importanti soprattutto in fase di editing dei contenuti. Proprietari preoccupati cercano soluzioni, cercando di non perdere i contenuti e le relative traduzioni.

Me ne sono dovuto occupare in un paio di occasioni almeno, e un’altra mi è capitata proprio in questi giorni.

In tutti i casi, ho preferito consigliare la migrazione da qTranslate a WPML. Continua a Leggere →

Creare un sito multilingua con WordPress, con o senza plugin.

WordPress multilingua con o senza plugin

Se stai pensando ad un WordPress multilingua, devi avere dei buoni motivi.

Motivi importanti, come promuovere i tuoi servizi o vendere i tuoi prodotti all’estero, e WordPress con qualche accorgimento può essere lo strumento perfetto.

C’entra molto la tipologia di sito, e le scelte che farai per la gestione delle lingue. Da questo dipenderà il grado di sbattimento per gestire tutta la baracca, ma anche il risultato che otterrai.

Tieni comunque presente che, a prescindere dal metodo che deciderai di utilizzare, la qualità delle traduzioni è determinante.

Traduzioni poco accurate, o peggio approssimative, avranno il solo effetto di renderti inaffidabile, o peggio ridicolo, agli occhi dei tuoi possibili contatti all’estero.

Cerchiamo di fare mente locale, per avere le idee più chiare e prendere le giuste decisioni. Continua a Leggere →

Ciao, come posso aiutarti?
Powered by