I problemi di WordPress 4.5, che non lo erano.

ATTENZIONE: questo articolo è stato scritto oltre un anno fa, ed i contenuti potrebbero non essere più validi o compatibili. Sei pregato di tenerne conto, e se hai informazioni in merito di segnalarmele, grazie.

WordPress 4.5 problemi JQuery

L’ultimo aggiornamento di WordPress, la versione 4.5 appena rilasciata, ha scatenato un putiferio, ho perso il conto delle persone che mi hanno contattato, disperate.

Però diciamolo subito, WordPress 4.5 non ha alcun problema, o almeno non quelli gli vengono imputati in queste ore.

Il problema è nella nuova versione libreria JQuery caricata da WordPress 4.5, anzi no.

JQuery aveva un bug nelle versioni precedenti, quest’ultima versione in realtà lo sistema.

Il vero problema sono quei temi e plugin che utilizzano JQuery con un codice errato, che non andava utilizzato, e che con la nuova versione di JQuery si comportano male.

Alla fine, di chi è la colpa, e come si risolve?

Temi e plugin con errori di programmazione, temi e plugin che andavano sviluppati meglio, e che ora devono essere necessariamente corretti. Nessun bug di JQuery, e tantomeno di WordPress.

Non so se sono riuscito a rendere chiaro il quadro della situazione, in caso contrario vi affido alla spiegazione molto più dettagliata di Paolo Valenti (con tanto di soluzione provvisoria), figura molto nota in ambiente WordPress, praticamente un guru.

Colpa degli sviluppatori quindi, ma colpa anche degli utilizzatori.

Ad esempio c’è un plugin che ormai è come il prezzemolo, quel Virtual Composer fornito con una moltitudine di temi premium.

La versione aggiornata risolve il problema, è che molti utilizzatori hanno una vecchia versione del tema e di conseguenza una vecchia versione di Virtual Composer. Se avessero aggiornato tema e plugin, assieme a WordPress, non avrebbero conosciuto la depressione da malfunzionamento del proprio sito.

Anche un tema che mi piace molto, quel Divi di Elegant Themes, è interessato al problema. Ma anche qui la versione più recente risolve il problema, peccato che ci siano in giro installazioni che utilizzano versioni vecchie di mesi, o anni.

Non sono sicuramente gli unici casi, ma già questi da soli in queste ore hanno fatto un gran numero di utenti disperati, credetemi.

E ora che facciamo?

Se riscontri problemi dopo l’aggiornamento di WordPress, controlla di avere installato le ultime versioni di temi e plugin.

Attenzione che molti di questi, specie quelli premium più datati, non segnalano gli aggiornamenti, ed anche i più recenti se non si hanno inserito i relativi codici d’acquisto.

Se il tuo tema non viene aggiornato da tempo, puoi pensare a ripristinare un backup precedente all’aggiornamento di WordPress, ma forse è il caso che inserisci nei tuoi progetti futuri anche un nuovo tema.

Oppure puoi evitare queste preoccupazioni, con un piano di manutenzione professionale del tuo sito.

Di sicuro, questo giro, qualcuno in più ha capito l’importanza di tenere il proprio sito aggiornato, stabile e sicuro.

 

Tags: , , ,

Nessun commento ancora.

Dubbi o suggerimenti? Lascia un commento!

I love Instagram