Una controllatina ad olio e plugin?

ATTENZIONE: questo articolo è più vecchio di un anno, e potrebbe non essere più attuale, sei pregato di tenerne conto.

La manutenzione di WordPress è importate

Il bello di guardare dentro il WordPress degli altri, è che ci si rende conto di quanto la parola “manutenzione” sia assolutamente sconosciuta.

Eppure, con una manutenzione non dico regolare, ma frequente, si risparmierebbero un sacco di guai.

Attenzione però a non esagerare.

Ci sono plugin che promettono tutto, una collezione di tanti “Mastro lindo” per WordPress, ma si rischia di ottenere l’effetto contrario, oltre che di appesantire sensibilmente tutto il sistema.

Plugin per la manutenzione del database, ad esempio.

Certe operazioni è sempre bene farle a manina, quando serve e con le dovute cautele, prendendo tutti gli accorgimenti necessari per tirarsi fuori dai guai se qualcosa va storto.

Ottimizzare automaticamente il database tutti i giorni non porta alcun vantaggio, in termini di prestazioni, aumenta solo il rischio di rimanere a piedi.

Attenzione quindi a non farsi prendere la mano. Meglio fare manutenzione a WordPress da soli in sicurezza, di tanto in tanto, o interpellare qualcuno più esperto.

Però facciamola, un po’ di manutenzione, WordPress ringrazierà!

Che ne pensi?
Domande? Suggerimenti?
Lascia un commento…

Condividi se ti è piaciuto!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Maggori informazioni:

Roberto Rota

Roberto Rota

Libero professionista, un "artigiano del web", lavoro nella comunicazione in rete da quando esiste Internet. Mi occupo principalmente di assistenza su WordPress e assistenza e consulenza WooCommerce, seguo la realizzazione di progetti web, in particolare siti di e-commerce, visibilità e comunicazione in rete. Il mio curriculum è su Linkedin, e mi puoi trovare anche su Instagram, FaceBook e Twitter.

CONTRIBUISCI A QUESTO SITO
Se il mio lavoro ti è stato di aiuto,
e vuoi che io continui a publbicare,
contribuisci allo sviluppo di questo sito
con una donazione su PayPal.

10 commenti su “Una controllatina ad olio e plugin?”

  1. Ciao Rob…
    La tabella wp_option come si può snellire. La mia è diventata lunga anni luce. Con i rimasugli di tutti i plugin vecchi che non uso più o settagio di vecchi temi e poi tanti parametri di cui non ci capisco nulla.
    Si può fare qualcosa oppure tutte queste cose non appesantiscono il blog?

    1. Ciao Massimo,

      puoi snellire andando a manina e cancellando le cose riconoscibili come appartenenti a temi e plugin non più in uso.

      mi raccomando un backup prima di tutto.

      rob

  2. Ti capisco :-/
    in questi giorni devo spostare un sito da un hosting ad un’altro non aggiornato da oltre un’anno con wordpress 3.2.
    La prima cosa che ho detto lo metto in locale e lo aggiorno e poi vediamo di sistemarlo…

  3. Se ci indichi anche il plugin più adatto (1 solo) mica faresti male?
    Quello che hai scritto lo sanno anche i gatti.

    1. Ciao Max,
      non ho indicato plugin volutamente, perché non mi piace ricorrere a plugin se non è strettamente necessario.
      Inoltre questo tipo di operazioni secondo me è, oltre a non essere necessario, può anche risultare controproducente, sottoponendo il sistema ad uno stress inutile. Meglio andare a mano con strumenti più appropriati, il debug per il controllo di eventuali errori e phpmyadmin per tutto quello che riguarda le operazioni sul database.

      L’intenzione del post, inoltre, non era quella di insegnare a fare manutenzione, quanto piuttosto a sensibilizzare a farla (bene).

      rob

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cerca nel sito:

Assistenza specializzata WordPress e WooCommerce

Altri articoli

Mandami un messaggio

Ciao, come posso aiutarti?