Bannato o penalizzato da Google?

Ultima modifica il 05 Agosto 2009

ATTENZIONE: questo articolo è più vecchio di un anno, e potrebbe non essere più attuale, sei pregato di tenerne conto.

GognaGoogle non  perdona i furbetti del quartierino e i maldestri di ogni dove, e così capita che il sito o il blog che tanto abbiamo faticato per cercare di mettere ai primi posti nei motori di ricerca sparisce senza pietà dopo decine di pagine di risultati.

Così capita che un conoscente, quello che “a me esperti di SEO mi fanno un baffo”, mi chiama disperato perché il suo bel blog, dopo diversi mesi di posizioni onorevoli seppur non esaltanti, di punto in bianco finisce per trovarsi negli inferi del posizionamento.

Giusto per vedere se avevo buoni motivi per sfotterlo, provo a fare qualche ricerchina su Google.
Cercando solo il nome del dominio (con e senza il classico www), nella prima pagina dei risultati manco l’ombra, si parte dalla tredicesima posizione almeno.
Una bella penalizzazione direi, non essere nemmeno tra i primi 5 con il nome del proprio dominio è davvero pesante, visto che dicono che le penalizzazioni partono dalla quinta posizone in questo caso.
Il sito almeno è solo penalizzato e non bannato.

Giusto per la cronaca, scoprire se un sito è bannato è abbastanza facile, basta fare una ricerca con la sintassi “site:www.nomedominio.tld”, e Google ti risponde con le pagine indicizzate. Se un sito è bannato, le pagine spariscono dall’indice. Ovviamente se il sito aveva un tot di pagine indicizzate, nel caso di siti nuovi è normale non trovarli.

Allora gli chiedo cosa aveva combinato negli ultimi mesi, e lui candidamente “beh sai com’è, ho trovato dei siti che insegnano i trucchi per per finire al primo posto su Google…”

Ciao Carletto, non me ne volere ma sto ancora sghignazzando sotto i baffi, adesso voglio proprio vedere quando quelli di Google ti perdonano… 🙂

Che ne pensi?
Domande? Suggerimenti?
Lascia un commento…

Condividi se ti è piaciuto!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Articoli correlati:

Roberto Rota

Roberto Rota

Libero professionista, un "artigiano del web", lavoro nella comunicazione in rete da quando esiste Internet. Mi occupo principalmente di assistenza su WordPress e assistenza e consulenza WooCommerce, seguo la realizzazione di progetti web, in particolare siti di e-commerce, visibilità e comunicazione in rete. Il mio curriculum è su Linkedin, e mi puoi trovare anche su Instagram, FaceBook e Twitter.

DAI IL TUO CONTRIBUTO

Se il mio lavoro ti è stato di aiuto, contribuisci alla continuità di questo sito.
Basta una piccola donazione su PayPal, una pizza e una birra alla tua salute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ciao, mi chiamo Roberto...

Mi occupo di progetti web, in particolare siti di e-commerce, ed aiuto molte aziende e professionisti a comunicare e vendere grazie ai loro siti web. 
Conosciamoci meglio…

Hai bisogno di aiuto o maggiori informazioni su questo articolo? Contattami:

Altri articoli

Rimaniamo in contatto!

Iscriviti alla mia newsletter per ricevere maggiori informazioni, consigli e barbatrucchi per migliorare la gestione del tuo sito e la tua esperienza sul web.

Riceverai una mail con un link per confermare la tua iscrizione.

Ciao, come posso aiutarti?