Munizioni per aspiranti SEO: Tagliablog

ATTENZIONE: questo articolo è stato scritto oltre un anno fa, ed i contenuti potrebbero non essere più validi o compatibili. Sei pregato di tenerne conto, e se hai informazioni in merito di segnalarmele, grazie.

Tagliablog di Davide PozziVorrei parlare del Tagliablog, o meglio di Davide Pozzi, il suo autore, ma non riesco a farlo senza una premessa, che spero mi perdonerete e che avrete la pazienza di proseguire.

La rete letteralmente pullula di siti che si occupano di ottimizzazione per i motori di ricerca, posizionamento e web marketing, ma se ci fate caso, gira che ti rigira, alla fine la maggior parte di questo vivace formicaio non è altro che un riciclo delle medesime informazioni.

I titoli sono sempre molto convincenti, della serie:

  1. 10 consigli per ottimizzare un sito…

  2. Ottenere i primi posti nei motori di ricerca…

  3. Guadagnare sul web facile e in fretta…

  4. etc etc etc…

Ma sono sempre le stesse cose, tecniche da Bignami, i plugins giusti, i titoli giusti, socializzare e via discorrendo.
Io non sono quel che si dice un fine SEO, anzi se vogliamo sono solo un “anziano apprendista senza troppe pretese”, ma vanto più di dieci anni di vita intensa sul web e anche prima del web (BBS, Chatline Videotel etc), in un certo qual modo sempre da protagonista, nel mio piccolo, e credo di aver maturato abbastanza esperienze da riconoscere vera comunicazione da facili barbatrucchi.

Vi autorizzo ad essere maliziosi, e vi dico già da ora che qualcuno di questi trucchetti è innocuo e molto utile , e val la pena di approfittarne. Senza abusarne però…

Dopo questa grassa scrematura, in quello che rimane si cominciano ad intravedere contenuti originali ed interessanti, e molto spesso qualcosa su cui fermarsi a riflettere.
Tra questi il Tagliablog di Davide Pozzi  brilla di certo di luce propria.

Il Tagliablog l’ho incontrato praticamente subito, cercando in rete argomenti relativi a SEO e Web Marketing, perché gode di un’ottima reputazione e di un nutrito seguito, e mi ha colpito il modo in cui Davide si occupa di argomenti apparentemente semplici come di interessanti analisi di marketing e di sociologia.
Tutto nei limiti di un blog si intende, perché sempre di un blog si tratta.

Si capisce che a muoverlo c’è molta passione, che coinvolge, e credo che la sua forza comunicativa, oltre che nella sua competenza ovviamente, sia principalmente qui.

Se state cercando di farvi una cultura sulla “Nobile Arte della SEO”, penso valga la pena di sottoscrivere i suoi feed.

Tags: , , ,

Nessun commento ancora.

Dubbi o suggerimenti? Lascia un commento!

I love Instagram