WordPress che cambia

Matt Mullenweg ideatore di WordPress

WordPress nasce come piattaforma per blog, e questo lo sappiamo tutti.

Nel tempo le sue caratteristiche hanno fatto pensare a molti, e con successo, che WordPress potesse esprimere molto di più di quello per cui è stato pensato.

Molti l’hanno pensato, e messo in pratica, a dispetto di quanto hanno sempre detto gli sviluppatori.

Le cose però sembra siano sul punto di cambiare.

Lo stesso Matt Mullenweg (nella foto), ideatore con Mike Little di WordPress, sta dicendo in giro che le cose stanno per cambiare, già con la prossima versione 3.7.

Matt Mullenweg parla di WordPress non più come di un sistema di blogging, ma di un vero CMS con tutto quello che ne consegue, ed è auspicabile che già dalla prossima versione cominceremo a vedere i primi effetti di questo cambio di prospettiva.

Non aspettiamoci cose turche, intendiamoci, sarà un passaggio graduale e articolato, ma sicuramente vedremo i primi passi verso una gestione da vero CMS, con tutte quelle caratteristiche che gli utilizzatori hanno sempre lamentato, e in qualche modo risolto tramite plugin di terze parti.

E quanto influenzerà questo cambio di rotta nei confronti degli utilizzatori “puri” di WordPress, gli utilizzatori storici, i blogger?

Qualcuno già si preoccupa: un WordPress orientato alle applicazioni lascerà spazio a chi vorrà semplicemente farsi un blog, come ora, con il miglior software a disposizione?

Che ne pensi?
Domande? Suggerimenti?
Lascia un commento…

Condividi se ti è piaciuto!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Maggori informazioni:

Roberto Rota

Roberto Rota

Libero professionista, un "artigiano del web", lavoro nella comunicazione in rete da quando esiste Internet. Mi occupo principalmente di assistenza su WordPress e assistenza e consulenza WooCommerce, seguo la realizzazione di progetti web, in particolare siti di e-commerce, visibilità e comunicazione in rete. Il mio curriculum è su Linkedin, e mi puoi trovare anche su Instagram, FaceBook e Twitter.

CONTRIBUISCI A QUESTO SITO
Se il mio lavoro ti è stato di aiuto,
e vuoi che io continui a publbicare,
contribuisci allo sviluppo di questo sito
con una donazione su PayPal.

12 commenti su “WordPress che cambia”

  1. Infatti, caro ROb, come TU hai detto alla fine dell’articolo, chi usa WP come pura piattaforma blogging, con la quale anche i più zombie come me sono riusciti a farsi un piccolo blog e manipolarlo un minimo, ora si chiedono se potranno continuare a farlo con la stessa semplicità e malleabilità ed in cosa cambierà. COme sempre… se le cose diventeranno troppo complesse perderà l’usabilità per utenti finali come me che si tirano avanti un blogghino?

  2. Ormai wp “è un CMS”. Sono curioso di vedere le novità. Per quando é prevista la 3.7?

    Piccola curiosità hai usato dei plugin per visualizzare i box in basso?

    1. Dicono che vedrà la luce a breve, ma non mi pare di aver letto date.

      A quali box ti riferisci? Ai correlati o al footer? Per i correlati si, ma sto cercando un’alternativa, per i widget no.

      rob

          1. per i related post io utilizzo shareaholic. Oltre ad una barra social che puoi mettere dove vuoi ha anche la possibilità di inserire i related post. Ne ho provati un paio tempo fa, ma mi sembra il più carino (le mie competenze non vanno oltre al gusto “estetico”)

  3. Interessante !
    Sono giusto indeciso su cosa usare per creare il mio nuovo sito/blog, WordPress o Joomla ?
    Ho una leggera preferenza per WordPress ma alla luce di quanto dici porebbe fare una grossa differenza.

    Ciao.

    1. Fuffa! WordPress rimane il miglior sistema. Joomla rimane sempre il più (inutilmente) complicato e complesso CMS al mondo

      1. Ciao Stefano, io pure sono abbastanza partigiano, e sono d’accordo che Joomla è decisamente molto meno amichevole di WordPress.
        Che sia tutta fuffa però no, secondo me c’è molta gente abbandonata a se stessa ed a siti realizzati con un sistema che non riescono ad amministrare, perché quelli che Joomla lo usano bene ci fanno cose davvero pregevoli.

        Ciò nonostante, almeno per il 99% dei lavori che faccio io, WordPress è decisamente più versatile, ed i clienti rimangono generalmente più soddisfatti, riuscendo ad utilizzare il loro sito/blog.

        rob

    2. Ciao Thierry, io conosco meglio WP di Joomla, anche se ho potuto usarlo in qualche occasione.
      I punti di forza di WP sono l’interfaccia amichevole e la ricchezza di plugin e temi disponibili, alla portata di tutti.
      Di Joomla invece l’accesso ai dati, sicuramente molto più reattivo, e la predisposizione ad applicazioni più complesse.

      Per un sito con un blog, che probabilmente diventerebbe il fulcro del sito, userei WP senza alcun dubbio.
      Per un’applicazione particolare sul web, potrei fare un pensierino a Joomla (e pure a Drupal). Su Joomla in particolare si trovano risorse che WP ancora si sogna, bisogna ammetterlo.

      Però WP sembra sia sul punto di aprire i suoi orizzonti… 😉

      rob

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cerca nel sito:

Assistenza specializzata WordPress e WooCommerce

Altri articoli

Mandami un messaggio

Ciao, come posso aiutarti?