Archivio Tag: Server

Jetpack sorveglia il tuo WordPress

Tra le nuove funzionalità aggiunte di recente al noto plugin tuttofare Jetpack by WordPress, che come molti sanno è realizzato dagli stessi di WordPress, ce n’è una che mi ha incuriosito per semplicità e utilità.

Il problema dei downtime del server è un cruccio per tutti, il guaio è che se nessuno ti avvisa, difficilmente ti accorgi dell’irraggiungibilità del tuo sito, a meno di non aver qualche motivo per visitarlo.

Il guaio è che te ne puoi accorgere anche dopo parecchie ore, ed è un bel danno.

Quelli di WordPress hanno pensato bene di attivare Monitor, un servizio utile in queste situazioni, e pure gratuito.

Come funziona e come si attiva Monitor di Jetpack? Continua a Leggere →

Scoprire il percorso sul server

Percorso cartella sul server

Capita di dover trasferire dei siti in PHP, o dei CMS, da un server ad un altro, magari su un hosting completamente differente.

In taluni casi (es. Joomla) per funzionare occorre che in qualcuno dei file configurazione sia indicato il percorso assoluto per arrivare alla cartella del sito web.

Una cosa che cambia da server a server, dipende dalla configurazione, dal pannello di controllo utilizzato, e altre variabili. Per capirci potrebbe assomigliare a questa:

/var/www/vhost/nomedominio.com/public_html

Continua a Leggere →

Il server in casa

Vale ancora davvero la pena di tenersi servizi web e mail in casa?

Pro

  • Maggior controllo su strutture e servizi (?)

Contro

  • Rischi di isolamento per problemi alla connettività
  • Rischi di isolamento per problemi di alimentazione
  • Rischi di fermo servizi per problemi hardware

E qui mi fermo, le prime tre cose che mi sono venute in mente mi hanno già dato una risposta convincente, almeno per me. Se volete in un secondo momento parliamo anche di costi, altro argomento “sensibile” in questa problematica.

  1. La miglior connettività attivabile in un’azienda , per quanto stabile e performante, non è esente da problematiche, e la gestione di una ridondanza porta aggravi strutturali (leggasi economici) non indifferenti. Sempre che di reale ridondanza, quindi efficiente, si possa parlare.
  2. Se non si hanno più canali di alimentazione, e un gruppo elettrogeno adeguato alla struttura, inutile anche parlarne.
  3. Tutto, e sottolineo tutto, l’hardware è ridondante e correttamente configurato in tal senso? Server probabilmente, router e firewall forse, e gli switch in fibra? E gli apparati di rete della connettività?

Aggiungere account FTP in Plesk (Linux) nello stesso dominio

Avvertenza: questo articolo è valido solo per gli utilizzatori di Plesk per Linux versioni 9 e precedenti, dalla versione 10 hanno implementato la possibilità di aggiungere utenti FTP a piacere (finalmente…).

Come ben sanno gli amministratori di rete che utilizzano il noto Plesk Control Panel, versione per Linux, via interfaccia web  è possibile configurare un solo utente FTP per dominio, al massimo con utenti diversi per i sottodomini, ma sempre uno per dominio o sottodominio.
Questo almeno fino alle versioni 9. x, per le versioni superiori non ho ancora avuto modo di verificare.

Un limite non drammatico ma fastidioso per chi deve poter dare accessi diversi per l’FTP, magari con cartelle separate, una scocciatura insomma.

Si può rimediare a questo limite, a patto di aver accesso alla shell del server, o qualcosa che permetta di inviare dei comandi da terminale con i privilegi root. Vediamo come fare.

Prima di tutto bisogna scoprire l’User ID (UID) dell’utente FTP originale, quello definito con Plesk per capirci, quello che viene correntemente utilizzato per fare FTP nel dominio che ci interessa.

Se per ipotesi l’utente FTP che ci interessa è gigetto, scopriamo il sui ID con questo comando:

id gigetto

Otteniamo una risposta del genere:

uid=10001(gigetto) gid=1006(psacln) groups=16(dialout),33(video),1006(psacln)

dove individuiamo facilmente l’UID di gigetto, che è 10001.

A questo punto si crea un nuovo utente che abbia gli stessi privilegi sul dominio di gigetto, specificandogli il percorso dove può fare FTP. Bisogna sostituire 10001 con l’UID dell’utente principale come spiegato sopra, il path con quello della cartella a cui dare accesso FTP, il gruppo uguale a quello ricavato nel valore gid del comando precedente e il nome del nuovo utente al posto di utenteftp (Il comando va dato tutto di seguito, su una sola riga):

useradd -u 10001 -o -d /path/dominio.tld/percorso_cartella_ftp -g psacln -s /bin/false utenteftp

Fatto questo, si genera una password sicura per il nuovo utente:

passwd nuovoutenteftp

Viene chiesto di digitare due volte la password, ed il gioco è fatto.

Server mail su Windows: riavviare Windows!

A parte i canonici servizi mail nati sulla piattaforma Microsoft, che per motivi vari evito come la peste, esistono ottimi server mail che normalmente gestisco su piattaforme diverse (CommuniGate Pro, Kerio MailServer etc) che mettono a disposizione la loro bella versione per Windows.

Normale, visto che purtroppo è ancora la piattaforma più gettonata.

Poi capitano i comportamenti bizzarri del server, mail che spariscono nel nulla come tanti fantasmi formaggini ed altre stranezze, e via a spulciare i log come dannati.

Il più delle volte, per risolvere basta (è necessario?) riavviare il server, tutti i fantasmini ricompaiono, e le mail fanno i loro bei percorsi come dovrebbe essere.

Mi sono fatto un bell’appunto ad imperitura memoria: “prima di tutto, riavviare Windows!”

Ciao, come posso aiutarti?
Powered by