Archivio Tag: Networking

Indirizzi IP e la Risoluzione DNS Inversa

Networking DNS Reverse LookupLa Risoluzione DNS Inversa altro non è che la risoluzione di un nome partendo dal suo indirizzo IP.
Di solito si effettua la richiesta contraria, ossia dal nome di un dominio o di un host si risale al suo indirizzo IP, esempio, cioè ad esempio dal nome (fittizio) host.dominio.dom interrogando un server DNS risaliamo al suo indirizzo IP (fittizio pure questo) 123.123.123.123.

La Risoluzione DNS Inversa è l’esatto contrario, ossia da un IP noto possiamo risalire al suo nome host.

La Risoluzione Inversa è molto utile, tanto che è raccomandata almeno in un paio di RFC (Request for Comments), dove è scritto che ad un nome host su Internet deve avere un nome e al suo indirizzo IP deve essere assegnato un PTR.

È utile, ad esempio, per i controlli effettuati dai server mail per combattere lo SPAM: se non server mail non ha un PTR configurato correttamente, ci sono buone possibilità che le mail in uscita siano rifiutate dai server di destinazione. Continua a Leggere →

SPF e problemi di invio della posta

mail-sentHo ricevuto diverse segnalazioni, in questo ultimo periodo, di persone che si vedono rifiutare i loro messaggi di posta elettronica da taluni provider, e nel messaggio di errore si parla di problemi con gli SPF.

Per i non addetti ai lavori, [W:Sender Policy Framework] (SPF) è un progetto destinato a qualificare gli invii di posta elettronica tramite informazioni trasmesse con i DNS. In sostanza una protocollo per rendersi amici i servizi antispam, con cui si informa il mondo che il tal server mail, indirizzo ip o nome host è autorizzato ad inviare posta elettronica per il tal dominio.

Allo stesso tempo è una valida misura antiSPAM, il server mail che si vede recapitare un messaggio di posta può scoprire immediatamente, tramite una query DNS, se il server che lo ha inviato è tra quelli autorizzati per il dominio del mittente.
Chiaro che non basta questo a decidere se una mail è SPAM o meno, ma è di sicuro un buon attestato nel punteggio finale.

Non è ancora stato adottato da tutti, ma la percentuale comincia ad essere interessante e sempre in crescita, e soprattutto viene utilizzato dagli antiSPAM più noti come uno dei tanti test a disposizione per la valutazione di un messaggio. Anche il servizio mail di Google lo ha adottato, tutto dire…

Adesso cerchiamo di conoscere meglio gli SPF, e  possibilmente un’infarinatura sul perché e come utilizzarli, anche per evitare questo fastidioso problema delle mail rifiutate per colpa loro, o meglio per colpa del loro mancato utilizzo.
Continua a Leggere →

Ciao, come posso aiutarti?
Powered by