Divi non è solo un bel tema, ma anche un interessante page builder.

ATTENZIONE: questo articolo è stato scritto oltre un anno fa, ed i contenuti potrebbero non essere più validi o compatibili. Sei pregato di tenerne conto, e se hai informazioni in merito di segnalarmele, grazie.

Divi Builder, il miglior page builder per WordPress

Non ho mai amato i cosiddetti page builder, diciamo che mi sono rassegnato alla loro presenza. Alla fine poi sono comodi, fanno risparmiare tempo ci si abitua, e non c’è dubbio che la pigrizia finisce per fare il resto.

Diciamo pure che, per forza di cose, ci si deve convivere.

Sono ormai parte integrante di quasi tutte le installazioni WordPress, nonostante la loro indiscussa ingombranza, data che vengono forniti a corredo della maggior parte dei temi in circolazione.

Se dovessi esprimermi su qual’è il miglior Page Builder per WordPress, non avrei dubbi, è quello nato con il tema Divi, disponibile anche separatamente come plugin.

La concorrenza ormai si è assestata su una manciata di nomi.

Spicca fra tutti il potente e onnipresente Visual Composer di WP Bakery, che viene fornito con un sacco di temi tra i più gettonati.
Gode di un’allegra brigata plugin accessori, che aggiungono moduli e ne estendono le funzionalità, ma che aumentano anche i rischi di incompatibilità e rallentamenti.

Ciò nonostante Visual Composer ormai è come il prezzemolo, lo trovo più o meno ovunque e mi ci sono abituato, anche se spesso risulta troppo pesante per i miei gusti, e in qualche occasione ho riscontrato dei problemi di convivenza con altri plugin, e di tanto in tanto con gli stessi temi.

Poi come non citare Fusion Builder, utilizzato nel tema Avada, e Avia Page Builder di Enfold, alcuni tra i temi “storici” che vanno per la maggiore.

Anche Flatsome, altro tema che apprezzo particolarmente, sta lavorando sul suo builder, già integrato in versione beta e fortunatamente disattivabile.

Devono ancora trovare una loro personalità e stabilità, spesso generano lentezze, ma sicuramente sono già molto apprezzati.

Poi c’è il mio preferito, per semplicità, stabilità ed eleganza, che non guasta mai.

Divi Builder è stabile, ha parecchie funzioni molto utili e tutti i moduli che servono, e non mancano numerose demo utilizzabili a piacere, che possono offrire interessanti spunti per le pagine che ci si appresta a realizzare.

Ho avuto modo di provarlo su temi diversi, e si è sempre comportato dignitosamente, senza creare rallentamenti nella struttura.

Come ho già scritto, Divi Builder è parte integrante dell’ottimo tema Divi di Elegant Themes, oppure è scaricabile singolarmente. In ogni caso, con 69 Dollari ci si garantisce l’accesso per un anno a tutti i temi e plugin.

Powered by Pizza & Birra!

Questo blog è alimentato a pizza e birra.
Se ti ho risolto qualche problema, puoi ricambiare offrendomi una pizza e una birra, con una donazione tramite PayPal. Naturalmente brinderò alla tua salute!

PS: non ti scordare, iscriviti alla newsletter!

Tags: , , , ,

4 Risposte a “Divi non è solo un bel tema, ma anche un interessante page builder.”

  1. Ermanno Azzolini 3 Mag 2016 at 11:39 #

    Ha detta di molti è meglio Beaver Builder , che non lascia codici e short code in caso lo si disattivi o tolga, ma il contenuto resta leggibile, ho provato nel mio sito test divi builder, ma alla fine lascia short code come visual composer, che però ha molte più opzioni e personalizzazioni, certo Beaver Builder è più costoso ma pare sia migliore, l’ho provato e pare buono, anche se generalmente non uso i builder, ma pare stiano diventando uno standard……

    • Roberto Rota 3 Mag 2016 at 11:49 #

      Grazie del feedback Ermanno…

      sì, il problema dei codici e degli shortcode in caso di disattivazione del composer è sempre una rottura di scatole, io ho apprezzato Divi perché molti miei clienti lo trovano più facile da utilizzare, anche del Visual che pure lui è diventato molto amichevole.

      Proverò sicuramente questo Beaver, finora non mi è mai capitato.

      rob

  2. Michele Borriello 30 Dic 2016 at 00:01 #

    Ciao Roberto, sono cercando informazioni / confeme su Enfold o Avada. Secondo te, tra i due quale e` piu completo, piu` facile ?

    • Roberto Rota 30 Dic 2016 at 00:06 #

      Ciao Michele, Enfold sicuramente più completo (e forse per questo più pesante) e più incasinato da utilizzare, Avada forse un po’ meno potente, ma più facile e snello.
      Personalmente preferisco Avada…

      rob

Dubbi o suggerimenti? Lascia un commento!

Pin It on Pinterest