Quanto costa la sicurezza di WordPress?

ATTENZIONE: questo articolo è stato scritto oltre un anno fa, ed i contenuti potrebbero non essere più validi o compatibili. Sei pregato di tenerne conto, e se hai informazioni in merito di segnalarmele, grazie.

Manutenzione WordPress importante per la Sicurezza

I siti vengono violati e danneggiati da malware, spesso, e non c’è santo che tenga.

Siti web e sicurezza non vanno d’accordo, specie quelli basati su prodotti Open Source, si può raggiungere un buon livello ma la sicurezza totale non esiste. Chi afferma il contrario mente, sapendo di mentire.

Più spesso sono i siti ad offrire il fianco ai malintenzionati, grazie agli elementi utilizzati per la loro realizzazione, e soprattutto per scarsa manutenzione o incuria, ma una buona fetta di colpa ce l’hanno pure gli hosting.

Qui non mi voglio dilungare troppo altrimenti facciamo notte, ma i vari elementi che muovono i siti web, come Apache MySQL PHP per citarne qualcuno che sentiamo nominare spesso, sono zeppi di vulnerabilità che vengono costantemente corrette, quando scoperte. Peccato che molti hosting non siano altrettanto veloci ad applicare gli aggiornamenti di sicurezza, man mano che vengono rilasciati.

Per come la vedo io, intervenire su un sito violato ha un costo che può essere contenuto o particolarmente pesante, e dipende quasi sempre dalle attenzioni rivolte dal proprietario al problema sicurezza. La prevenzione costa sicuramente meno.

Quindi, quanto costa la sicurezza di WordPress?

Il costo della sicurezza di WordPress, a sito bucato

Ci sono delle volte che la strada migliore, più rapida (ed economica) è ripristinare un backup.

Sempre che ci sia il backup, perché capita spesso che il malcapitato caschi dalle nuvole al solo nominarlo. In tal caso, per forza di cose, tocca tentare un lavoro di recupero che può durare parecchie ore, perciò costoso, e senza nessuna garanzia di successo.

Nel conto finale, bisogna considerare pure che occorre risalire all’origine vulnerabilità, tappare la falla, e anche questo può richiedere parecchio tempo in taluni casi.

Spesso e volentieri il costo della sicurezza, per un sito bucato, può diventare una spesa non indifferente.

Il costo della sicurezza di WordPress, prevenzione e manutenzione

Ancora una volta, vale la pena di sottolineare che la sicurezza al 100% non esiste, ma che invece è possibile prendere tutte le cautele e rendere dura la vita ai malintenzionati, e spesso questo da solo basta per dormire sonni più tranquilli.

Le causa principali dei problemi di sicurezza di WordPress sono l’incuria, i mancati aggiornamenti, la scarsa manutenzione, l’utilizzo sconsiderato di elementi che possono essere pericolosi.

Oltre a questo ci sono le elementari norme di sicurezza di WordPress, spesso trascurate, su installazione e utilizzo.

Mettere in sicurezza WordPress, ed abituarsi ad una manutenzione costante, costa poco tempo tutto sommato, se te la senti e sei in grado di farlo da solo.

Altrimenti puoi investire in manutenzione, affidarla ad un professionista.

Tutto sommato te la potresti cavare, giusto per dare un ordine di grandezza, con la spesa mensile di una pizza o poco più.

I miei piani di manutenzione di WordPress

Per i miei clienti, quelli che vogliono dormire sogni tranquilli, ho previsto da tempo dei piani di manutenzione particolarmente apprezzati:

  1. Applico le elementari regole di sicurezza (e obbligo i clienti alla massima attenzione, come ad esempio la scelta delle password).
  2. Tengo i sistemi sempre aggiornati, effettuando gli aggiornamenti in sicurezza.
  3. Controllo regolarmente il funzionamento e la consistenza dei backup, e se non ci sono li predispongo.
  4. Monitorizzo costantemente il corretto funzionamento dei siti, intervenendo rapidamente in caso di problemi.
  5. Monitorizzo costantemente le possibili violazioni di sicurezza.

Il costo del servizio di manutenzione varia fondamentalmente dalle dimensioni e dalle caratteristiche dell’installazione, ma si parte dal costo mensile di una pizza o poco più.

Per saperne di più…

Tags: , , ,

Nessun commento ancora.

Dubbi o suggerimenti? Lascia un commento!

I love Instagram