Microsoft e Yahoo, questo matrimonio s’ha da fare…

ATTENZIONE: questo articolo è stato scritto oltre un anno fa, ed i contenuti potrebbero non essere più validi o compatibili. Sei pregato di tenerne conto, e se hai informazioni in merito di segnalarmele, grazie.

Accordo Microsoft YahooCi sono parecchi interessi in ballo,  e sembra interessante la prospettiva che si profila all’orizzonte grazie a questo accordo tra Microsoft e Yahoo!, accordo che pone le basi per una operazione, almeno sulla carta e speriamo anche nei fatti, di grande respiro.
A farne i danni, se così si può dire e nel caso fosse possibile, è il gigante Google che vede minato il suo predominio sulla ricerca e sul business dell’advertising online annesso.

Motori di ricerca e Advertising online

Per andare nei dettagli bisognerebbe essere esperti di mercato e io me ne guardo bene dal spacciarmi per tale, ma da quel che leggo e che mi pare di capire gli accordi sono che il motore di riferimento diventerà Bing, ovviamente verrebbe da dire, e Yahoo! diventerà la parte commerciale dell’advertising online per entrambe le aziende, creando di fatto una alternativa a quello che ad oggi sembra essere il monopolio, almeno come forza, formato da AdSense e AdWords di Google.

Pensare che suddetto monopolio di ricerca e pubblicità annessa venga messo in crisi nel breve termine è abbastanza improbabile, ma è buona cosa che possano esserci le basi per una alternativa, perché diciamolo senza troppo peli sulla lingua, che sia solo Google a dettar legge praticamente incontrastata in questo mercato dove si muovono cifre spropositate non è cosa buona per nessuno.

Ma a noi che cambia?

Per ora nulla, tutto rimane uguale visto i numeri su cui può contare Google, ma se son rose, e se fioriranno, probabilmente si creeranno nuove opportunità, anche alla base di questo mercato, dove si guadagnano solo le briciole ma dove si vive e prospera la creatività.

Non resta che stare a guardare quanto ci metterà a dare i primi frutti questo accordo tra Microsoft e Yahoo!, cercando di essere pronti alle possibili alternative e, non di meno, cercando di capire cosà farà Google.

Tu che ne pensi?

Tags: , , , , ,

Nessun commento ancora.

Dubbi o suggerimenti? Lascia un commento!

I love Instagram