Hosting Linux, MySQL optional?

ATTENZIONE: questo articolo è più vecchio di un anno, e potrebbe non essere più attuale, sei pregato di tenerne conto.

hosting-linux

Aruba è uno di quei rari fornitori di servizi Internet in cui il servizio MySQL, nei piani di hosting Linux, è un optional. Se lo vuoi, ti viene venduto a parte.

Scelta alquanto bizzarra e discutibile dato che più o meno ovunque, nelle offerte di hosting basate su Linux, uno straccio di database MySQL è sempre compreso nel prezzo.

Può accadere, sempre su Aruba, che il servizio MySQL venga attivato in tempi diversi. Magari perché l’hosting ce l’avevi già, e ti sei reso conto dell’esigenza di un database MySQL in un secondo tempo, o semplicemente perché non ti sei accorto che, nell’offerta base, il database non c’è.

Succede quindi che ti ritrovi con scadenze differenti, una per l’hosting ed una per il servizio MySQL.

Aruba sicuramente manderà delle mail di preavviso, non è detto però che sei tu l’intestatario di queste mail, magari perché tu non sei il proprietario del dominio, ma solo la persona deputata alla gestione del sito web.

Oppure le mail finiscono nella posta indesiderata.

Magari hai anche accesso al pannello di controllo del dominio, ma questo non ti offre alcuna informazione in evidenza, sulla prossimità dei servizi in scadenza, altrimenti lo rinnoveresti, o avviseresti chi di dovere.

Può succedere quindi che, una bella mattina, apri il tuo sito e ti ritrovi al suo posto la classica finestra di installazione di WordPress, come quando il database è ancora vuoto.

“Oddio mi si è rotto il sito”, viene subito da pensare, o peggio ancora “il sito è stato bucato”.

Niente di tutto questo, semplicemente non è stato rinnovato il database MySqL.

Meglio accertarsene, prima di far ancora più danni smaneggiando a caso nell’FTP, o con inutili tentativo di ripristino.

Basta andare nel pannello di controllo di Aruba, nella gestione del servizio MySQL, e rinnovare il servizio, ovviamente pagando. Tempo qualche ora ed il sito riapparirà in tutto il suo splendore.

Succede, #sapevatelo.

Che ne pensi?
Domande? Suggerimenti?
Lascia un commento…

Condividi se ti è piaciuto!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Maggori informazioni:

Roberto Rota

Roberto Rota

Libero professionista, un "artigiano del web", lavoro nella comunicazione in rete da quando esiste Internet. Mi occupo principalmente di assistenza su WordPress e assistenza e consulenza WooCommerce, seguo la realizzazione di progetti web, in particolare siti di e-commerce, visibilità e comunicazione in rete. Il mio curriculum è su Linkedin, e mi puoi trovare anche su Instagram, FaceBook e Twitter.

CONTRIBUISCI A QUESTO SITO
Se il mio lavoro ti è stato di aiuto,
e vuoi che io continui a publbicare,
contribuisci allo sviluppo di questo sito
con una donazione su PayPal.

9 commenti su “Hosting Linux, MySQL optional?”

  1. A proposito di MySql, Aruba fornisce il database minimo di 5 € da 1Gb. Volevo chiederti se è sufficiente per un ecommerce di piccole dimensioni che utilizza woocommerce o serve maggiorato. E quali sono i casi che serve un database capiente? Grazie per le utili informazioni che scrivi nel tuo blog.

    1. Aruba per la precisione vende un pacchetto di 5 database per uno spazio totale di 1 GB, immagino che se uno ne utilizza 1 solo può arrivare ad utilizzarlo per tutto il giga disponibile.

      In ogni caso 1 GB di database significa un ecommerce enorme, di solito ne basta 1/10 per un ecommerce di piccole dimensioni, e anche meno, diversamente mi preoccuperei.

      rob

  2. Per alcuni siti sono nella tua stessa situazione, Roberto,e condivido tutto, a partire dal fatto che nel 2014, quella di Aruba sia una “scelta alquanto bizzarra e discutibile”.

  3. Sinceramente io non trovo Aruba un fornitore così negativo… Ho una decina di siti su Aruba e vanno bene… Aruba invia forse anche troppe mail in prossimità della scadenza dei servizi (anche troppe e troppo tempo prima), non fa taciti rinnovi che io personalmente odio; ma soprattutto hanno un servizio di ticketing veloce e molto cortese… In più hanno pannelli admin per il sito e per il mysql molto chiari e completi… Ho avuto altre esperienze (4 siti li ho su altri 4 hosting diversi) e sono assai peggiori…. E chiaro che poi ognuno ha esperienze diverse e non sempre reazioni diverse…

    1. Ovviamente sulla bontà o meno di un hosting rispetto ad un altro subentrano tanti fattori, tra cui la soddisfazione personale. Conosco pure io parecchie persone che, con Aruba, non hanno mai avuto problemi tali da pensare di andarsene.
      Personalmente ho almeno 2 o 3 buoni motivi per scegliere diversamente, ma non voglio fare polemiche e, soprattutto non in questo contesto.
      Diciamo che ogni fornitore ha le sue belle gatte da pelare, chi più chi meno.

      La questione di fondo è se ha ancora senso un hosting linux senza mysql, perché farlo pagare come extra quando praticamente tutti lo considerano parte integrante di un pacchetto di hosting linux “moderno”.

      rob

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cerca nel sito:

Assistenza specializzata WordPress e WooCommerce

Altri articoli

Mandami un messaggio

Ciao, come posso aiutarti?