Facebook, delitto e castigo in salsa Social Network

ATTENZIONE: questo articolo è stato scritto oltre un anno fa, ed i contenuti potrebbero non essere più validi o compatibili. Sei pregato di tenerne conto, e se hai informazioni in merito di segnalarmele, grazie.

Ultime novità su Facebook

Paul Ceglia (il grafico) rivendica per via giudiziaria a Mark Zuckerberg (il boss di Faceboss) oltre l’80% delle azioni del popolare Social Network.
Non entro nel merito perché non conosco assolutamente i particolari della storia, ma fosse vero quello che scrivono, e se soprattutto riuscisse a beccarsene anche solo la metà, per il grafico sarebbe un terno secco da leccarsi i baffi e non solo quelli….

Facebook nel frattempo raggiunge i 500 milioni di utenti. Cinquecento milioni!
Quasi il doppio della popolazione degli USA (fonte wikipedia)…

Nel frattempo, per quanto poco valga la mia esperienza su e attorno ai Social Network, sono sempre di più le richieste che mi fanno di impedire l’accesso a Facebook dalle reti aziendali, dato che a quanto pare che questi bricconcelli dei dipendenti abbiano il pessimo vizio di passar più tempo su Facebook che sui gestionali dell’azienda.

Forse allora è vero quel che si dice in giro, che i Social Network sono dannosi per la produttività…

Tags: ,

3 Risposte a “Facebook, delitto e castigo in salsa Social Network”

  1. Fino 25 Lug 2010 at 01:15 #

    Vecchia Rob… come te.
    😀

    • robrota 25 Lug 2010 at 10:18 #

      Mica tanto vecchia, piuttosto negli ultimi 6 mesi c’è stato un interesse sempre maggiore su facebook che non riguarda solo i ragazzini o poco più, ma anche età intermedie, o “vecchie” come la mia… 😉

      La carica dei quaran/cinquant-tenni…

  2. Daniele 28 Lug 2010 at 17:43 #

    Detesto questo social network… è il lato oscuro della rete secondo me. Sempre pensato e detto.

Dubbi o suggerimenti? Lascia un commento!

I love Instagram