Chi non mostra non vende

ATTENZIONE: questo articolo è stato scritto oltre un anno fa, ed i contenuti potrebbero non essere più validi o compatibili. Sei pregato di tenerne conto, e se hai informazioni in merito di segnalarmele, grazie.

Perché un e-commerce non vende?

Francesca ha una piccola ma agguerrita attività commerciale, ed creato il suo sito di e-commerce.

Ha fatto tutto da sola, bene o male ha realizzato un sito decoroso ed i prodotti sono interessanti, ma passano le settimane e di ordini non se ne vedono.

È perché non ti conosce nessuno, gli hanno detto, e gli hanno venduto qualche centinaio d’Euro di annunci pubblicitari in rete.

Sono passate altre settimane, qualche visitatore in più grazie agli annunci, ma di ordini ancora neanche l’ombra.

Francesca, com’è logico che sia, comincia a pensare di aver buttato tempo e soldi, che questa cosa di vendere sul web sia solo una stronzata, o peggio l’ennesima presa per i fondelli.

Qualche negozio più avanti c’è il suo amico, che vende cialde per il caffè.

Ne vende parecchie tramite il sito, tanto che sta pensando, se le vendite sul sito aumentano ancora, di chiudere il negozio, che tra affitto e spese varie gli costa un botto, per dedicarsi solo al commercio sul web.

Francesca, che non è scema, qualche domanda comunque comincia a porsela: perché lui sì ed io no?

Perché un e-commerce non vende?

Non c’è una risposta che possa andar bene per tutti, nessuna ricetta miracolosa, ogni situazione deve essere valutata singolarmente.

Quanta gente effettivamente arriva sul tuo e-commerce, dai motori di ricerca o da altre fonti?

Se hai poche visite, di sicuro hai pochissime possibilità di vendere i tuoi prodotti.

Chi non mostra non vende, ma non sei sulla piazza del mercato rionale, i clienti non arrivano da soli.

Se le visite invece ci sono, devi scoprire perché i tuoi visitatori non diventano tuoi clienti.

Anche guardare con spirito analitico gli e-commerce simili al tuo, quelli che vendono specie della concorrenza, di sicuro aiuta.

Riuscire a guardare le cose con gli occhi del cliente, non è facile ma anche questo aiuta.

Soprattutto, devi farti la classica delle domande:

Perché la gente dovrebbe comprare i miei prodotti, e non quelli della concorrenza?

Se i tuoi prodotti (o simili) sono anche su Amazon, per dire, allo stesso identico prezzo, è una battaglia impari.

Amazon è rinomato e offre garanzie e sicurezza note e apprezzate, mentre tu sei un perfetto sconosciuto o quasi, inoltre le spese di spedizione su Amazon sono quasi sempre gratuite, cosa che tu non puoi permetterti.

Il confronto con Amazon è impietoso e soprattutto ingiusto, ma ho voluto esagerare perché credo renda l’idea.

Ecco quindi che ritornano le domande, e stavolta sono più d’una:

  1. Cosa stai facendo per guadagnare visibilità e reputazione per il tuo e-commerce?
  2. Perché dovrebbero fidarsi del tuo e-commerce?
  3. Perché dovrebbero comprare i tuoi prodotti?
  4. Cosa ti differenzia dagli altri?

Io partirei da qui…

Tags: , , , , ,

Nessun commento ancora.

Dubbi o suggerimenti? Lascia un commento!

I love Instagram