Alleggerire il blog controllando le revisioni di WordPress

ATTENZIONE: questo articolo è più vecchio di un anno, e potrebbe non essere più attuale, sei pregato di tenerne conto.

Funzionalità introdotta se non ricordo male dalla versione 2.6 del nostro sistema di blogging preferito, è praticamente impensabile che vi sia ancora qualcuno che non possa disporre del sistema delle revisioni. In caso contrario sarebbe il caso di preoccuparsi di aggiornare il blog, a fronte dei pericoli di sicurezza le revisioni diventano l’ultimo dei problemi.

Le revisioni in WordPress, come è facile intuire, è quel sistema che ti salva il culo (perdonatemi il francesismo)  se per caso o per rimbambimento si modifica un articolo perdendo del contenuto che non andava assolutamente perso. In sostanza il sistema tiene traccia di tutte le versioni modificate di ogni articolo, permettendo di ripristinarlo alla bisogna.

È vero anche che tutte le revisioni, nel caso di blog particolarmente ricchi di articoli, alla lunga ingrassano sensibilmente il database e di conseguenza ne appesantiscono le prestazioni, ma è una situazione a cui è facile rimediare, con poche istruzioni nel file di configurazione di WordPress, wp-config.php.

Gestione delle revisioni in WordPress

Disabilitare le revisioni

Se non si ha mai avuto bisogno delle revisioni, e si è particolarmente sicuri del proprio operato, è possibile evitare che il sistema scriva le revisioni inserendo l’istruzione:

define('WP_POST_REVISIONS', false);

Limitare le revisioni in WordPress

Se invece si preferisce tenere le ultime revisioni dei post, ma si vuole limitarle ad un numero non esagerato, l’istruzione da utilizzare è questa:

define('WP_POST_REVISIONS', '8');

dove 8 è il numero massimo, modificabile a piacere, di revisioni che WordPress tiene memorizzate per ogni articolo, ovviamente partendo dalle più recenti.

Limitare il salvataggio automatico delle revisioni in WordPress

Mentre ci si appresta a scrivere/modificare un articolo, WordPress pensa bene di salvarlo di tanto in tanto, ad intervalli regolari, in modo da non perdere le modifiche effettuate nel caso di chiusure inaspettate del browser, cadute della rete o crash del computer.

WordPress salva automaticamente ogni 60 secondi, per modificare questo valore, ad esempio per portarlo a 120 secondi, si usa questa istruzione:

define('AUTOSAVE_INTERVAL', 120 );

Eliminare le revisioni di WordPress

A questo punto può porsi il problema dare una sgrossata al database eliminando le revisioni salvate fino a quel momento.
L’operazione, per chi mastica un po’ di terminale ed ha accesso al proprio database, anche con strumenti come phpmyadmin, la si effettua in pochi minuti con il comando mySQL:

DELETE FROM wp_posts WHERE post_type = “revision”

Il comando cancella tutte le revisioni presenti, quindi occorre modificarlo di conseguenza se si vuole, ad esempio, salvare quelle di uno specifico intervallo di date.

È possibile che sia necessario modificare il comando sostituendo il prefisso standard delle tabelle “wp_”, adottato automaticamente da WordPress, con quello eventualmente utilizzato nel proprio database (caldamente consigliato per motivi di sicurezza).

Gestire le revisioni di WordPress con i plugin

Nel grande mare di WordPress esistono diversi plugin che permettono di gestire direttamente le revisioni, ma appesantire il blog con un plugin con lo scopo di alleggerirlo mi sembra un controsenso, a meno che non si vogliano sfruttare in qualche modo talune delle possibilità offerte da questi plugin, che vanno oltre al semplice limite numerico.

Se preferite scegliere questa strada, date un occhio a Revision Control di Dion Hulse, giunto alla versione 2.0, che permette una gestione globale delle revisioni ed anche a livello di singolo post.

Se ne conoscete di diversi, e magari di migliori, non siate timidi e segnalateli nei commenti. 😉

Link Utili: Revision Management

Che ne pensi?
Domande? Suggerimenti?
Lascia un commento…

Condividi se ti è piaciuto!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Maggori informazioni:

Roberto Rota

Roberto Rota

Libero professionista, un "artigiano del web", lavoro nella comunicazione in rete da quando esiste Internet. Mi occupo principalmente di assistenza su WordPress e assistenza e consulenza WooCommerce, seguo la realizzazione di progetti web, in particolare siti di e-commerce, visibilità e comunicazione in rete. Il mio curriculum è su Linkedin, e mi puoi trovare anche su Instagram, FaceBook e Twitter.

CONTRIBUISCI A QUESTO SITO
Se il mio lavoro ti è stato di aiuto,
e vuoi che io continui a publbicare,
contribuisci allo sviluppo di questo sito
con una donazione su PayPal.

4 commenti su “Alleggerire il blog controllando le revisioni di WordPress”

  1. E’ possibile risalire all’elenco delle modifiche effettuate a dei widget? (in pratica ogni “salva” e “cancella” effettuato)
    Grazie!

    1. Ciao Patrick, che io sappia ci sono dei sistemi di audit che tengono traccia di cosa fa un utente e a che ora, ma tipo “caio a modificato quella pagina”, “ciccio ha aperto la pagina widget”, ma non entrano nelle specifiche delle modifiche effettuate.

      rob

        1. Le revisioni nei post sono state una grande introduzione, e sono parecchio utili, ma i widget sono una cosa diversa e se facessero una sorta di revisioni per tutto il database diventerebbe enorme.

          rob

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cerca nel sito:

Assistenza specializzata WordPress e WooCommerce

Altri articoli

Mandami un messaggio

Ciao, come posso aiutarti?