Storie di PEC e di burocrazia (e del Ministro Brunetta)

ATTENZIONE: questo articolo è più vecchio di un anno, e potrebbe non essere più attuale, sei pregato di tenerne conto.

Renato Brunetta

Caro Ministro Brunetta, già la PEC nel suo insieme è discutibile, ma se si parte con toppate come questa si rischia di inaugurare una nuova stagione di barzellette…

Posta elettronica certificata per accedere a una gara pubblica, email respinte per l’insufficiente capienza della casella di posta del Ministero dello Sviluppo Economico.
(Fonte:
PI: PEC, storie di ordinaria burocrazia italiana)

Che ne pensi?
Domande? Suggerimenti?
Lascia un commento…

Condividi se ti è piaciuto!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Maggori informazioni:

Roberto Rota

Roberto Rota

Libero professionista, un "artigiano del web", lavoro nella comunicazione in rete da quando esiste Internet. Mi occupo principalmente di assistenza su WordPress e assistenza e consulenza WooCommerce, seguo la realizzazione di progetti web, in particolare siti di e-commerce, visibilità e comunicazione in rete. Il mio curriculum è su Linkedin, e mi puoi trovare anche su Instagram, FaceBook e Twitter.

CONTRIBUISCI A QUESTO SITO
Se il mio lavoro ti è stato di aiuto,
e vuoi che io continui a publbicare,
contribuisci allo sviluppo di questo sito
con una donazione su PayPal.

3 commenti su “Storie di PEC e di burocrazia (e del Ministro Brunetta)”

  1. Fa piacere vedere che qualcun altro condivide la nostra battaglia, mi farebbe piacere averti tra i simpatizzanti della nostra associazione che tanto ha scritto è fatto in materia.
    Saluti
    Massimo Penco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cerca nel sito:

Assistenza specializzata WordPress e WooCommerce

Altri articoli

Mandami un messaggio

Ciao, come posso aiutarti?