Primi nei motori di ricerca e non ricevere visite?

primo in posizionamento

Ma come, abbiamo fatto un lavoro certosino di indicizzazione del nostro nuovo blog/sito su un tot di parole chiave, studiate a tavolino, seguendo le regolette che tutti i blog che parlano di SEO elencano con sistematica periodicità (non a caso), un lavoro talmente ben fatto che nel giro di (relativamente) poco i frutti sperati sono arrivati:

Finalmente primi su Google!

Magari non proprio primi-primi, magari terzi o quarti, o comunque entro le prime 10 posizioni (la mitica prima pagina) per tutte le nostre keyword, un bel risultato no?
Eppure Google Analytics è implacabile, sono settimane, ormai mesi, che il numero di visitatori non accenna a salire, cose da farsi prendere dalla depressione.

Non basta arrivare primi per vincere…

Il primo dei possibili “errori” che ci viene in mente, o almeno speriamo che ci venga?
In realtà sono più d’uno, di solito, ma fanno tutti parte della stessa strategia:

  1. Aver pensato troppo al posizionamento e troppo poco ai contenuti
  2. Non aver pensato alla socializzazione nel senso stretto del termine: “socializzare”
  3. Non essersi immedesimati nei possibili visitatori, cercando di immaginare quali potrebbero essere i motivi buoni per spingerli a tornare.

Lo so, magari qualcuno si aspetterebbe a questo punto una analisi più “raffinata”, di quelle che solo gli analisti più capaci e persuasivi sanno fare, ma le cose sono molto più semplici di quanto si possa immaginare, basta fermarsi un attimo e rifletterci sopra, fare mente locale e, soprattutto, riflettere sui propri errori, anche se più che errori si dovrebbe dire mancanze.
Continua a Leggere →

Regole di Rewrite utili per siti web

permalink

Abbiamo già incrociato i RewriteRule per i permalink di WordPress, quando si trattava di capire qual’era l’URL più utile e amichevole da utilizzare per un blog gestito con il noto CMS.

Questo promemoria riguarda invece gli utilizzi più frequenti delle regole di RewriteRule su un sito web, indipendentemente dal fatto che si utilizzi un CMS o meno, l’unica condizione è di utilizzare Apache e di avere il modulo Rewrite attivo (lo è di default).

Le regole di Rewrite possono essere scritte nel file di configurazione di Apache (sconsigliabile), nel file di configurazione del virtualhost (già meglio ma non il massimo), oppure in un file .htaccess situato nella directory principale del sito, soluzione da preferire per praticità.
Se non esiste, creiamo il file di testo .htaccess e come prime righe ci scriviamo:

# Inizio .htaccess
RewriteEngine On
RewriteBase /

Ora siamo pronti per inserire tutte le istruzioni che ci servono. Molte sono utili per ottimizzare l’indicizzazione del sito nei motori di ricerca, altre invece sono importanti per impedire abusi o limitare l’utilizzo di certe risorse, ma si possono anche correggere errori causati da pagine, cartelle e sottodomini non più disponibili. Continua a Leggere →

WordPress, versioni non aggiornate in pericolo?

WordPress hackers attack

L’amico Paolo (grazie!) mi segnala la possibilità che vi sia un attacco in corso e che a farne le spese siano principalmente le versioni non aggiornate di WordPress. A quanto pare il numero dei blog violati cresce di ora in ora, gli amministratori di blog sono caldamente invitati a prendere immediati provvedimenti.
Vediamo quali sono le prime misure di sicurezza da adottare.
Continua a Leggere →

L’importanza di una buona reputazione di dominio

reputazione chiave del successo

Non la reputazione del brand, ma quella reputazione “tecnica” che ci consente di utilizzare  la rete, e soprattutto la posta elettronica, al meglio delle sue potenzialità.
Per comunicare al meglio, occorre che lo strumento di comunicazione sia al meglio delle sue possibilità, e che goda di una buona reputazione.

Abbiamo un dominio di posta elettronica, magari abbiamo anche un’azienda, piccola o grande, che utilizza questo dominio per comunicare. Quanta importanza diamo alla buona salute del dominio, alla sua reputazione?

Per la mia esperienza, fatta di gestione da provider di centinaia di domini di posta elettronica, la casistica dice che la qualità del servizio di posta elettronica è il più delle volte trascurata, messa in secondo piano.

La reputazione del dominio è la chiave per comunicare con efficacia.

Troppo spesso la posta elettronica viene trattata male, trascurata, la si installa (o la si acquista), la si adopera come si userebbe un qualsiasi utensile e la si lascia li, a vivere d’inerzia.
Per il resto della nostra comunicazione spendiamo un sacco di soldi, carta intestata, biglietti da visita, immagine coordinata e perché no anche per un sito web ben fatto, insegne, pubblicità e quanto altro, ma per la posta elettronica?
Continua a Leggere →

Grep delle meraviglie – 1

Painting wizard - J W Baker

Lo confesso, più imparo a conoscere grep e più lo adoro per le enormi potenzialità nella ricerca, e non c’è giorno che non mi torni utile sfogliando enormi file di log o altre ricerche sui server che gestisco.
Allo stesso tempo mi fa paura, perché le funzionalità sono immense, e mi costringe ad uno studio continuo.
Imparo lentamente, perché l’argomento è particolarmente vasto considerato poi che grep esprime il meglio delle sue potenzialità in combinata con le espressioni regolari, un vero buco nero per me, ma ad ogni piccola scoperta sono grandi soddisfazioni.

Qualcuno mi ha chiesto “ma perché ti ostini a cercare di imparare questo grep, quando i sistemi operativi offrono tanti strumenti per le ricerche con delle interfacce comodissime?
Probabilmente non hanno mai dovuto fare delle ricerche in file di testo particolarmente grandi,  come i file di log dei server ad esempio, e rimanere stupiti da quanto sia veloce grep, mentre con altri sistemi conviene lanciare la ricerca e poi andare in pausa caffe, sempre che al ritorno abbia già finito.

Per tenere traccia di alcune di queste potenzialità, quelle che imparo via via e che possono tornarmi utili in futuro, ho pensato che poteva essere utile un “grep for dummies” formato di tanti appunti, partendo dalle cose basilari, e da implementare di volta in volta. Magari qualcuno più dummies di me alla fine mi offrità una birra… 🙂
Continua a Leggere →

Ciao, come posso aiutarti?