Brividi da terremoto

ATTENZIONE: questo articolo è stato scritto oltre un anno fa, ed i contenuti potrebbero non essere più validi o compatibili. Sei pregato di tenerne conto, e se hai informazioni in merito di segnalarmele, grazie.

Mi è venuto un brivido lungo la schiena leggendo un paio di tweet de “Il Triste Mietitore” (e con un nick così vorrei vedere…):

La Morte osserva: ah, lo Stato non pagherà più i danni delle calamita naturali (ilfattoquotidiano.it/2012/05/20/sta…). Buona fine domenica.

Tolgono i rimborsi per le calamità naturali e dopo qualche giorno c’è il #terremoto. Poi dicono che certe sciagure non siano prevedibili.

Il brivido pensando a tutti quelli che si sono ritrovati con la casa distrutta o inagibile, con danni strutturali, magari la loro prima e unica casa con un mutuo appena iniziato, magari la casa di una coppia di pensionati senza figli.

Lo sapranno, qualcuno li avrà informati, che non riceveranno il becco di un quattrino dallo Stato?

Un DL del governo di Mario Monti toglie i risarcimenti ai terremotati

È del 16 maggio scorso infatti la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del Decreto Legge n. 59, che prevede nessun intervento contributivo per la ricostruzione dei fabbricati da parte dello stato in caso di calamità naturali, di qualunque tipo siano, abitazioni comprese. I cittadini possono provvedere, dice sempre il decreto, a cautelarsi con coperture assicurative su base volontaria. Volontaria, se te la fai qualcosa forse rimedi, se non te la fai sei in braghe di tela.

E qui si potrebbe iniziare tutto un discorso sul come le assicurazioni, che in quanto a sanguisugare la gente non sono meno delle banche, ci sguazzaranno con questo decreto…

Nel frattempo, Monti proclamerà a breve lo stato di emergenza.

I cittadini, l’emergenza nei confronti dello Stato, l’hanno già proclamata da un pezzo.

 

Tags: , , ,

2 Risposte a “Brividi da terremoto”

  1. Pella78 22 Mag 2012 at 07:30 #

    Già… cmq oramai parlare dello stato è come sparare sulla croce rossa, e non fanno nulla per cercare di migliorarsi… i partiti tolgono i rimborsi x le calamità naturali ma LORO non si tolgono i rimborsi elettorali (forse perchè sono loro la vera calamità in Italia?…), ecco potrebbero fare il contrario no? Penso che ci costerebbe pure meno e, forse (se non trovano qualche strano sotterfugio per destinarli altrove, come i ns. politici sono abituati a fare), i soldi andrebbero a buon fine.

Trackbacks/Pingbacks

  1. Una speranza riguardo i contributi statali ai terremotati dell'Emilia Romagna | Roberto Rota - 22 Mag 2012

    […] si perdoni il titolo maccheronico, ma riguardo alla notizia che mi ha fatto incazzare ieri l’altro, oggi sembra vi siano delle […]

Dubbi o suggerimenti? Lascia un commento!

I love Instagram