Letture sotto l’ombrellone

ATTENZIONE: questo articolo è stato scritto oltre un anno fa, ed i contenuti potrebbero non essere più validi o compatibili. Sei pregato di tenerne conto, e se hai informazioni in merito di segnalarmele, grazie.

Libri da leggere per migliorare la tua presenza sul web

Finiti i sogni di gloria, si torna a casa con la coda tra le gambe. Di mondiali di calcio, inevitabili polemiche a parte, se ne riparlerà tra qualche anno.

Meglio allora aumentare la scorta di titoli per ingannare il tempo sotto l’ombrellone.

Anche se la parola ombrellone è molto distante e sporadica nei miei progetti estivi, ho iniziato a leggere un paio di ebook che mi sento di consigliare.

Primo perché sono scritti da due amici, oltre che professionisti da prendere ad esempio, secondo ma non meno importante perché sono davvero argomenti interessanti.

Ve li propongo, utilizzando le stesse parole degli autori (magari, appena li avrò terminati, li commenterò con i miei pensieri in una recensione).

Personal Branding by @skandePersonal Branding: Fai di te stesso un brand
Di Riccardo Scandellari (@skande)

“In definitiva, il testo si rivolge a tutti quelli che hanno l’esigenza di avere un’identità online e vogliono darle visibilità.
Ognuno con il suo linguaggio, stile, esigenze e con la consapevolezza comune che il futuro sarà sempre più digitale e che resistergli è inutile e controproducente.”

Rischi e opportunità web 3.0 by @rudybandieraWeb 3.0 e tecnologie che lo compongono: opportunità e rischi
Di Rudy Bandiera (@rudybandiera)

“Quello che dobbiamo veramente capire, invece, è che non dobbiamo capire. Non dobbiamo capire tutto per essere in grado di godere del cambiamento.
Dobbiamo avere uno sguardo di insieme, non necessariamente uno sguardo dettagliato, ma un volo pindarico dall’alto per intravedere i confini delle cose e poterle, a nostro modo, sfruttare. O almeno non averne paura.
L’unica cosa che dobbiamo assolutamente capire è che le cose cambiano a prescindere da noi, da quello che pensiamo, da quello che siamo e dalla nostra volontà che cambino. Le cose cambiano, che noi lo si voglia o no.”

Un piccolo commento però mi sento già di farlo, rispetto le descrizioni dei libri tratte dai siti web degli autori: io non credo che questi due libri interessino solamente gli addetti ai lavori, perché gli argomenti trattati abbracciano interessi che possono coinvolgere un pubblico ben più ampio, a partire dai curiosi per tutto quello che è comunicazione, in rete e non.

Le mie copie le ho comprate su Amazon, in formato Kindle, anche se non ho l’omonimo device. Ho scaricato l’applicazione Kindle sia sull’iPad che sullo smartphone Android, così posso leggermeli comodamente ovunque sono, quando ne ho voglia.

Nota a margine n.1:
ho farcito ben bene i miei device elettronici di ebook e altri passatemi da spiaggia, perché è inutile, se vai in spiaggia con la speranza di cuccare meglio che ti porti qualcosa da leggere, perché non è vero che in spiaggia si cucca facile. È una leggenda metropolitana, come i coccodrilli nelle fogne di New York e le doti terapeutiche dei pediluvi di lambrusco.

Nota a margine n. 2:
questa non è una marchetta, ho avuto il privilegio di conoscere personalmente Riccardo e Rudy e non hanno certo bisogno di una mia raccomandazione, casomai è l’esatto contrario. Se proprio vogliamo dare a questo articolo un secondo fine, preferisco immaginarlo come un tentativo di estorsione di una salama da sugo come Dio comanda…

(Photo Credits: Patrik Neckman)

Nessun commento ancora.

Dubbi o suggerimenti? Lascia un commento!

I love Instagram