Le ragioni di questo blog

ATTENZIONE: questo articolo è stato scritto oltre un anno fa, ed i contenuti potrebbero non essere più validi o compatibili. Sei pregato di tenerne conto, e se hai informazioni in merito di segnalarmele, grazie.

Quando ho cominciato a scrivere questo blog, lavoravo ancora come web-dns-post/master da un Internet Service Provider di Reggio Emilia.

Un lavoro appassionante, ricco di stimoli, che inevitabilmente proseguiva anche qui.

Poi il titolare dell’ISP ha fatto di tutto per farlo finire a gambe all’aria, nonostante fosse un’azienda ben strutturata e zeppa di lavoro, e c’è riuscito.

Ho passato un anno a far colloqui, tanti, anche se dentro di me sapevo che sarei tornato a fare il libero professionista. E chi se lo piglia un cinquantenne in questo settore?

Quindi ho pensato bene, nel frattempo, di sfruttare questo blog per crearmi un’opportunità, tra un colloquio ed un altro.

Alla fine credo di esserci riuscito, se cerchi qualcosa relativa all’assistenza su WordPress o WooCommerce su Google salto fuori come il prezzemolo. Arrivano diverse richieste di contatto, molte si trasformano in lavoro.

Missione compiuta?

Forse sì, ma allora perché da qualche tempo ho questa sgradevole, latente, insoddisfazione?

Sono giorni che ci penso, e sono arrivato alla conclusione che ho dedicato troppe energie, per il raggiungimento di un risultato, che ho finito per dimenticarmi i motivi per cui ci scrivevo all’inizio: passione e divertimento.

Ora si tratta solo di liberare la mente, e ritrovare la voglia di scrivere con il divertimento dei primi tempi.

Ma perché diavolo lo scrivi qui, ti starai chiedendo.

Semplice, perché così è un impegno che prendo con me stesso.

Ce poi ci riesca beh, è tutta un’altra faccenda…

rob

3 Risposte a “Le ragioni di questo blog”

  1. alemarengo 26 Gen 2015 at 07:44 #

    Ciao rob! Per me ci sei riuscito alla grande! Se non altro sei tra i miei punti di riferimento. Anzi, mi piacerebbe fare quello che fai tu, per me tutti i siti del mondo dovrebbero girare su wp. O quasi tutti… 😉 Scherzo!
    Ecco, l’unica cosa è che non sarò mai tuo cliente, ma attento lettore sì.
    Grande rob!

    • Roberto Rota 26 Gen 2015 at 10:28 #

      Ciao Alessandro, grazie per le belle parole 😉

      Chiaramente non lo fai solo per i clienti, altrimenti sarebbe un circolo chiuso e io non mi metterei a rispondere alle mail ed ai commenti di tutti.

      rob

  2. rikriz 5 Feb 2015 at 12:06 #

    L’importante è perseverare e non mollare mai… 😉

Dubbi o suggerimenti? Lascia un commento!

I love Instagram