La tecnica dei bottoni di riserva

ATTENZIONE: questo articolo è stato scritto oltre un anno fa, ed i contenuti potrebbero non essere più validi o compatibili. Sei pregato di tenerne conto, e se hai informazioni in merito di segnalarmele, grazie.

camicie su misura - ph. Roberto Rota

Da buon figlio di una camiciaia quale sono, abituato fino a non molti anni fa a portare solo camicie su misura di ottima fattura (la mamma è sempre la mamma), riconosco al tatto e dalle finiture una buona camicia, per quanto una camicia industriale possa esserlo, da una cineseria.

Si trovano camicie discrete, di tanto in tanto, in un mare di cineserie, e alle volte non è detto che le cineserie siano più economiche. Anche le firme con il loro bel “Made in Italy” sfruttano l’operosità dei discendenti di [W:Qin Shi Huang].
La mitica Milena Gabanelli (Report) insegna…

In un negozio di abbigliamento la commessa cercava di raccontare ad un cliente i pregi di una camicia, invitando il cliente a toccarla per apprezzarli di più. Il cliente tipico notoriamente ci capisce poco, ma si sofferma di fronte ad un particolare che per lui è determinante: la camicia aveva cuciti due o tre bottoni di riserva, tutti in fila, e l’equazione è scattata immediata, gliela si leggeva in faccia: “se il produttore ha avuto un’accortezza del genere, sicuramente si tratta di un prodotto di qualità”.

Poco importa se la stoffa a tutto invita meno che al contatto con la propria pelle, se le cuciture sono storte, deboli e distanti, il dettaglio messo ad arte ha ottenuto l’effetto sperato.

Succede in molti settori commerciali, basti pensare alle automobili dove una serie di accessori estremamente economici, spesso anche inutili nell’insieme, ma piazzati ed evidenziati ad arte, riescono a fare la differenza.

Ora il malcapitato lettore di questo post comincerà ad avere seri dubbi sul mio conto, che cavolo c’entra tutto questo, in questo blog?
C’entra, eccome se c’entra, riguarda la tecnologia che acquistiamo tutti i giorni, quella che più ci predispone, quella più “cool”,  riguarda i siti web che visitiamo ogni giorno, riguarda i servizi che andiamo a scegliere da un Internet Service Provider, e tanto ancora.

Ci ritorneremo su questo argomento…

Tags:

Nessun commento ancora.

Dubbi o suggerimenti? Lascia un commento!

I love Instagram