Il blocco dello scrittore

ATTENZIONE: questo articolo è stato scritto oltre un anno fa, ed i contenuti potrebbero non essere più validi o compatibili. Sei pregato di tenerne conto, e se hai informazioni in merito di segnalarmele, grazie.

hemingway e il blocco dello scrittore

Se non si hanno motivazioni o semplicemente se non si ha voglia di scrivere, si è affetti dal “blocco dello scrittore”?

Sembrerebbe di sì stando ai tanti blogger che affrontano l’argomento. Il fatto è che la maggior parte di chi para del blocco dello scrittore lo fa su un blog su cui vorrebbe insegnare ad altri blogger come gestire il proprio blog, come aumentarne la popolarità e via discorrendo.

E allora via di consigli e decaloghi, quasi sempre gli stessi ricicciati (o il più delle volte sarebbe meglio dire scopiazzati) su come scrivere articoli interessanti comunque, anche quando le dita strapazzano inutilmente la tastiera.

L’unica considerazione che non viene mai presa è che avere il blocco dello scrittore non significa necessariamente essere degli scrittori.

Si può essere modesti scribacchini con argomenti validi, tanto da suscitare molto interesse, e si può essere capaci di fare delle stesure accattivanti, magari si è dotati dell’esperienza o dote naturale che in molti casi viene definito “mestiere”, ma l’esser scrittori è ancora una cosa ancora molto, molto lontana.

Nessun commento ancora.

Dubbi o suggerimenti? Lascia un commento!

I love Instagram